Eboli verso il ballottaggio: Cuomo si apparenta con Caputo

E mentre si va al ballottaggio Cuomo si apparenta con Caputo e cambia strategia.

La Campagna elettorale si fa dura. Cuomo promette battaglia. Sarà un attacco frontale. Una serie di manifesti tematici accusano Cariello e Melchionda. Le responsabilità sono confuse: Melchionda le ha sparse a destra e a sinistra.

Vincenzo Caputo-Antonio Cuomo

Vincenzo Caputo-Antonio Cuomo

da (POLITICAdeMENTE) il Blog di Massimo Del Mese

EBOLI – La campagna elettorale continua e manca solo una settimana al voto di Ballottaggio dal quale sarà eletto il Sindaco di Eboli. Il primo turno si è concluso con il vantaggio di Massimo Cariello su Antonio Cuomo. Infatti, smentendo le previsioni della vigilia Cariello con 9.089 voti e 41.10% ha battuto Cuomo che si è fermato a 6.764 voti e 30.59% ed è stato Ballottaggio.

Manifesto comparativo-Cuomo

Manifesto comparativo-Cuomo

Al voto è seguito anche un dibattito che la coalizione di centrosinistra ha voluto immediatamente chiudere, avendo riscontrato un vastissimo voto disgiuto sia rispetto alle regionali che alle comunali. Un voto organizzato che, a giudizio di quello che si sono detti in un’assemblea, ha falsato il risultato, ma non ha colto l’obiettivo che andava nella direzione di premiare con il voto: il governatore uscente Stefano Caldoro a danno di Vincenzo De Luca; e il candidato a Sindaco Cariello a danno di Cuomo.

Oggettivamente il vantaggio di Cariello non è solo questo è anche una organizzazione che da tempo ha voluto, attraverso un progetto civico, candidare Cariello, indipendentemente poi se a concorrervi all’ultimo momento sia stato anche l’ex Sindaco sfiduciato dalla sua maggioranza Martino Melchionda con la sua pattuglia di candidati come: Vincenzo Rotondo, Vito Taglianetti, Pasquale Salviati, Matilde Saja e a “mezzadria” Fausto Vecchio; o il voto disgiunto organizzato.

Allo stesso modo, se si riconosce a Cariello il progetto e la capacità organizzativa, anche se poi all’ultimo minuto ha “scaricato” tutti i partiti, richiamandosi nel suo comizio finale solo a Caldoro e non a Cirielli, allo stesso modo si riconosce il merito a Cuomo di aver sollevato un “morto“, ricordando che il Partito Democratico era ridotto ai minimi termini, costituito da gruppi di persone che si sono combattuti a colpi di accuse irripetibili. Un Partito, il PD, che non aveva nemmeno una sede e che si riuniva nella stanza del Sindaco avendo egli ricevuto lo scettro del comando dalla dirigenza provinciale.

Confronto Cuomo Cariello

Cuomo ha sollevato un “PD morto” e ha comunque messo in fila quello che restava di un esercito sbandato lasciato alla deriva dal suo “generale”, il quale anziché organizzare l’attacco, ha praticato uno “sciogliete le righe” ed è passato armi e bagagli: o meglio voti ed incarico alla Consorzio Farmaceutico; al “nemico”.

Barbarie politica. Ma se c’é chi si propone c’é anche chi accetta le proposte.

Questo rispetto alle performance dei singoli candidati che si affronteranno in questo scorcio di campagna elettorale, ma domenica prossima il corpo elettorale si troverà a dover sciegliere tra due schieramenti che si propongono avendo loro malgrado delle eredità scomode ma che sono legate dallo stesso comune destino che passa attraverso l‘ex Sindaco Melchionda. E se al PD, principale azionista dell’amministrazione Melchionda, è responsabile di politiche scialbe e che non hanno saputo affrontare le emergenze ne tantomeno ha saputo proporre un modello di rilancio della Città e Cuomo ora si intesta quel fallimento anche come personalità politica di rilievo; il centrodestra, marginalmente con Damiano Cardiello e Vecchio che ad un certo punto se ne sono discostati, e principalmente con Cariello, è responsabile della gestione distruttiva della Sanità ad opera del DG Antonio Squillante, e di un commissario al personale illegale, tale Pietro Spinelli, super interessato, in conflitto di interessi e in posizione di controllore controllato, prestando anch’egli i suoi servizi in ALPI presso l’Ospedale di battipaglia, hanno accorpato, trasferito, chiuso reparti e ridotto prestazioni e servizi demolendo quello che era uno degli Ospedali come quello di Eboli tra i più completi e con maggioroi eccellenze anche rispetto al San Leonardo.

Pietro Spinelli-Antonio Squillante

Pietro Spinelli-Antonio Squillante

E ora si accusano a vicenda anche perché con la fuga verso il “nemico“, il Generale ormai senza “fregi” ha scrollato le sue colpe sul PD e quel che ne restava del PD che egli aveva contribuito a distruggere, ed ha portato in dote alla coalizione capeggiata da Cariello che oltre ad avere già le sue responsabilità oltre che per l’Ospedale, per le politiche fallimentari dei trasporti e delle viabilità, dell’ambiente e dei rifiuti, portate avanti dall’Amministrazione provinciale guidata prima da Edmondo Cirielli e successivamente da Antonio Iannone, anche quelle di Melchionda.

E mentre ai cittadini appare un quadro confuso di responsabilità nuove, recenti e antiche, i due ballottanti si organizzano, la maggior parte dei candidati che non hanno raggiunto un risultato utile amareggiati si sono ritirati, gli altri, quelli che sono in forse legati al risultato del ballottaggio si agitano, quelli invece che sono già eletti si godono il risultato e si pavoneggiano, Cariello e Cuomo vanno alla ricerca dell’ultimo voto. Insomma il Ballottaggio è un’altra cosa: E’ tutta unì’altra partita.

Vincenzo De Luca-Antonio Cuomo-Comizio

Vincenzo De Luca-Antonio Cuomo-Comizio

E se dalla parte di Cuomo si è pervenuti alla decisione di cambiare strategia e adottarne una di attacco frontale, affidandosi a dei manifesti “raccontanti” come quello che già è stato affisso che riportava a caratteri cubitali “Se Voti Cariello voti Melchionda“, nelle prossime ore ne usciranno altri di uguale tenore, e questa sera, invece, tempo permettendo ci sarà un confronto in piazza tra Cuomo e Cariello organizzato dal Forum dei Giovani.

Intanto dallo staff di Cuomo si preannuncia che venerdì alle 11.45 ci sarà in Piazza della Repubblica il Comizio Conclusivo di Cuomo con il neo-Governatore della Campania Vincenzo De Luca. Dallo staff di Cuomo è giunta anche la notizia che è stato raggiunto un accordo e si è pervenuti alla dichiarazione di apparentamento con Vincenzo Caputo, leader della coalizione “Il Momento è adesso“, e nella mattina di oggi alle ore 11.30, presso la sede della coalizione #Eboliprimaditutto, in via San Berardino (adiacente chiesa s.Bartolomeo) si svolgerà una conferenza stampa nella quale si spiegheranno le motivazioni dell’apparentamento tra Cuomo-Caputo.

Eboli, 8 giugno 2015

39 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente