Antonio Cuomo e Caputo si apparentano contro Cariello e i suoi

Antonio Cuomo e Vincenzo Caputo si alleano contro Cariello e i suoi:  una iattura per Eboli. Apprezzamento invece per SEL, PRC e  Venosi.

L’accordo: “frutto di una ragionata e comune visione strategica di programmi ed ideali politici”. confermato l’incontro con il segretario provinciale PD Landolfi, e il comizio di venerdì del neogovernatore campano Vincenzo De Luca a sostegno di Cuomo.

Vincenzo Caputo-Antonio Cuomo-Conferenza stampa

Vincenzo Caputo-Antonio Cuomo-Conferenza stampa

di Marco Naponiello
per (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI –  Un’altra tappa fondamentale verso il ballottaggio si è consumata lunedì 8 giugno in via san Berardino di Eboli, nella sede centrale della coalizione di centro sinistra #eboliprimaditutto che fa capo al candidato Antonio Cuomo; qui infatti si è stipulato l’apparentamento in via ufficiale tra questi ed il dott. Vincenzo Caputo ex candidato delle liste  “il momento è adesso” e IDV, facenti parte del movimento cittadino #guardavanti.

Dopo un breve saluto di Donato Guercio coordinatore lista PD e Luca Sgroia coordinatore della lista “Eboli Libera”, la parola è passata al candidato sindaco PD Antonio Cuomo il quale ha rimarcato da subito come la sua candidatura all’inizio fosse nata solo da liste civiche, abbia avuto  già mesi addietro, l’imprinting iniziale della discontinuità verso la passata amministrazione di Martino Melchionda, ma dopo l’uscita della stesso da partito democratico e la incresciosa vicenda del consorzio farmaceutico, il quadro del centro sinistra si era modificato: ”..ed io mi son sentito in dovere di partecipare alle primarie, chiudendo dopo averle vinte con le forze riformiste prima e con Caputo ora, che pur orbitando nell’orbita del centro sinistra, non avevano ritenuto idoneo parteciparvi; io propongo chiaramente un modello alternativo a Cariello, Melchionda e Pansa, il “trio del potere”,una coalizione fatta di solo bramosia ma senza idee reali, di un ex sindaco come Melchionda incapace di attrarre finanziamenti,che al contrario di Franco Alfieri primo cittadino di Agropoli che ne ha attratti 90 milioni di fondi strutturali, ed ancora, un manager Outlet in quasi totale disfacimento, che ha contribuito ad impoverire il quadro mercantile ebolitano senza d’altro canto portare alla città dei benefici,e in ultimo Cariello, che promette soltanto assessorati a iosa, ve ne sarebbero 70 in giro, con un turn-over semestrale per cinque anni, e che egli stesso è stato correo della mala politica nella piana del Sele , fatta dai suoi amici Stefano Caldoro ed Edmondo Cirielli ad Eboli, tanto per precisare, solo grazie ad un privato un monsignore, don Enzo Caponigro e la sua “Casa del Pellegrino”si è riusciti ad ottenere qualcosa dalla nostra regione, 6 milioni per l’esattezza.”

Sgroia-Caputo-Cuomo-Guercio-1

Sgroia-Caputo-Cuomo-Guercio-1

Cuomo ha ricordato la dolorosa vicenda dell’Ospedale di Eboli e quella dell’area PIP, attribuendola completamente alle responsabilità di Melchionda e Cariello, che dopo anni di offese ed improperi si ritrovano sulla stessa sponda politica, riproponendo a tutta forza il concetto di riqualificazione, in primis del centro storico, con l’allocazione degli uffici pubblici e la creazione di un parcheggio coprendo il vallone Tirana, che darebbe a detta di esperti, un parcheggio di ben 3000 unità.

Poi altro fronte sentito, le periferie di prossimità, come S. Andrea, Casarsa, Epitaffio, Prato, Serracapilli cha abbisognano subito dei servizi primari di urbanizzazione ove essi non ci siano o di migliorarli ove vi fossero,e a seguire creare un’anima urbana per santa Cecilia e Corno d’oro con il trasferimento delocalizzativo del mercato ortofrutticolo al bivio di santa Cecilia appunto, e riprendendo tutte quelle aree urbane inutilizzate (vedi parco Fusco, ex Pezzullo, macello, le vele, ex Apoff) affinché con adeguati project financing si possa creare sviluppo occupazionale: “..cari amici,al di fuori della filiera istituzionale non abbiamo possibilità di sopravvivenza, infatti coi fondi ordinari- precisa Antonio Cuomonon riusciremmo neanche a pagare le spese correnti,ed è per questo che mi sono apparentato con l’amico Vincenzo,per una affinità politico culturale a cui unitamente vogliamo lanciare un appello anche all’area di SEL e PRC, loro hanno vissuto una stagione importante e meritano di condividere questo progetto con noi, lo stesso diciamo al prof. Erasmo Venosi che riteniamo uomo di scienza e persona dabbene, una vera risorsa della città cui vorremmo attingere come giunta di centro sinistra; passatemi il termine sono stanco delle stronzate che dicono sui socials i fan del mio competitor Cariello, che non rappresenta la destra a differenza di Damiano Cardiello, il quale ha fatto” il patto col diavolo” pur di raggiungere il potere insieme ai suoi alleati, Melchionda e Pansa, un’ accozzaglia indistinta senza un progetto serio oltre gli slogans e le vacue promesse,vorrebbe mettere le mani su Eboli, orbene qui di contro un progetto serio esiste per il bene della città e lo realizzeremo insieme a tutte le forze del centro sinistra.”

Sgroia-Caputo-Cuomo-Guercio

Sgroia-Caputo-Cuomo-Guercio

Vincenzo Caputo, nel suo incipit discorsivo, invece, ha tenuto a precisare, di non essere per nulla “impazzito” nel giorno dell’accordo formale, ma di aver valutato bene le proposte dei due ballottanti, riscontrando da subito in Cuomo una competenza politica accompagnata ad un sincero amore verso la comunità al contrario della proposta proveniente dalla controparte facente capo a Massimo Cariello, ed allarmatosi: ”..per la tenuta democratica che una eventuale vittoria di Cariello possa significare, mi sono affrettato a concludere l’accordo con Antonio insieme all’unanimità del mio gruppo direttivo, per contrastare l’armata Brancaleone che vuol a tutti i costi raggiungere il potere, essa è variopinta e differente ma pericolosa per le sorti collettive, al contempo si deve rilanciare il progetto a sinistra di cui faccio parte da sempre, anche come membro del direttivo delle primarie, cui non ho partecipato non per gli uomini in campo, che rispetto come Sgroia e Cuomo, ma per il metodo usato, perché auspicavo infatti delle complete primarie di coalizione. Signori parliamo chiaro, Eboli ed il centro sinistra abbisognano di un nuovo forte profilo identitario; Il signor Cariello, – ha continuato Caputo – sta facendo soltanto promesse da marinaio, parafrasando Luigi Pirandello è un “personaggio in cerca di autore”, mente consapevolmente, come lo sono i suoi fans scatenati sui socials network, concordo anch’io con la stima verso la sinistra e la persona del prof Erasmo Venosi, che assolutamente dovranno essere coinvolti nel progetto futuro di governo civico, e siamo pure certi di capovolgerne il risultato del primo turno, per cosi regalare un futuro migliore, fecondo e costruttivo, ai cittadini ebolitani.

Intanto si è confermato confermato l’incontro con il segretario provinciale PD Nicola Landolfi, e il comizio di venerdì alle 11.45 in Piazza della repubblica del neogovernatore della Campania, Vincenzo De Luca a sostegno di Antonio Cuomo.

Eboli, 9 Giugno-2015

18 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente