Sen. Cardiello(FI): Elezioni inquinate a Eboli. Intervenga il Ministro dell’Interno

C’é pericolo di inquinamento del voto a Eboli? C’é rischio di infiltrazioni camorristiche sul voto? Chi é che ha rapporti con le persone coinvolte? Perché si spendono tutti questi soldi?

Sen. Cardiello: “Verifiche attente sul voto per le elezioni comunali ad Eboli (SA). Rischio infiltrazioni criminalità“. Chi c’é diertro questo ritrovamento? Che relazioni ci sono con i politici locali e con il furto a POLITICAdeMENTE? É in atto un tentativo di controllare il futuro Consiglio comunale?

Franco Cardiello-Schede elettorali rinvenute

Franco Cardiello-Schede elettorali rinvenute

da (POLITICAdeMENTE) il Blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Il Sen. ebolitano di Forza Italia Franco Cardiello membro della Commissione Giustizia del Senato, dopo il ritrovamento di schede elettorali e di timbri a Santa Cecilia di Eboli, presso l’abitazione di una persoona che risulterebbe indagato, si allarma e interviene in merito le ultime notizie inerenti l’inquinamento elettorale ad Eboli, preannuncia che si rivolgerà direttamente al Ministro degli Interni Angelino Alfano perché si faccia chiarezza sul caso, e al Prefetto e al Questore di Salerno, oltre che alle Forze dell’Ordine della locale Stazione dei Carabinieri perché si stabilisca chi e a che titolo le persone coinvolte incidono o hanno inciso sull’andamento delle elezioni amministrative in corso e se queste siano state irreversibilmente inquinate.

Raggiunto telefonicamente il sen. Cardiello è seriamente preoccupato per la piega che ha preso la campagna elettorale, specie in questo ultimo scorcio e pone senza mezzi termini alcuni interrogativi: “C’é pericolo di inquinamento del voto a Eboli? C’é rischio di infiltrazioni camorristiche sul voto? Chi é che ha rapporti con le persone coinvolte? Sono gesti isolati o compiuti da organizzazioni criminali che vogliono condizionare il voto? Ci sono politici coinvolti in queste vicende o se le persone indagate sono riconducibili a qualche politico? Ci sono relazioni con il furto dei portatili e dell’Iphone al blogger Massimo Del Mese e le persone coinvolte in questi episodi incresciosi”.

Angelino Alfano

Angelino Alfano

Oggettivamente c’é troppa tensione in giro e le parole volano e spesso poi prendono corpo. Il clima è da ultima tensone e lo dimostra l’invadenza delle coalizioni e i centinaia di migliaia di euro spesi per la campagna elettorale come ha denunciato in un pubblico comizio anche Gerardo Rosania. E purtroppo non si capisce se è più pericolosa la disinvoltuta o l’incoscienza che prende alcuni candidati, se si dovesse accertare dei coinvolgimenti, se riescono a farsi coinvolgere in episodi illegali e intimidatori, se veramente si riconducono a questo filone anche rispetto al furto che POLITICAdeMENTE ha subito. Furto che oggettivamente si preferirebbe fosse legato alla delinquenza normale e non ad un episodio di intimidazione che al contrario significherebbe altro, ma molto altro e darebbe un senso anche a tutti quei soldi che si sono spesi e al clima da ultima battaglia che si è impresso a questa sfida elettorale, già di per se complicata e complessa, se si pensa solo alla ricerca e alla individuazione delle responsabilità.

Campagna elettorale difficile e complessa, rispetto alle eventuale responsabilità e/o colpe, atteso che la collocazione dei vari personaggi politici è mutata al punto tale che nei vari schieramenti politici, non tutti, vi fossero persone legate a vario titolo alla Amministrazione Melchionda e che mentre al Comune vi fosse un orientamento politico riconducibile al centrosinistra e all’ex Sindaco Martino Melchionda che ne interpetrava motu proprio le politiche, alla provincia e alla Regione ve ne era un altro, riconducibile al centrodestra, che per sua parte determinava altre azioni politiche e creava non pochi problemi in tutti i settori, ivi compreso quello della Sanità e inispecialmedo all’Ospedale di Eboli non pochi problemi all’Ospedale di Eboli, e se si tiene conto che mentre al comune vi era iun indirizzo politico alla provincia e alla Regione vche però fa aggiungere altri inquietanti interrogativi. Entrambe politiche fallimentari perpetrate da uomini che oggi sono candidati nel nelle varie liste e disinvoltamente anche nelle liste del centrodestra, accolti evidentemente con altrettanta disinvoltura, facendo passare un principio che potrebbe esssere giustificato ad usum delphini: “Non erano buoni per questo non sono candidati con noi“; “Non erano buoni finché non si sono candidati con noi“. Una confusione, una leggerezza, una sfacciataggine, una disinvoltura e una irresponsabilità che porta gli elettori a dire che i partiti e gli uomini politici “sono tutti tale e quali“.

Franco Cardiello-1

Franco Cardiello-1

Intanto, tornando al Senatore di Forza Italia Franco Cardiello” e al motivo della sua preoccupazione riconducibile al ritrovamento di alcune schede elettorali e di alcuni timbri del Comune di Eboli egli ci informa anticipandola che: In una interrogazione parlamentare a risposta scritta chiederò al Ministro dell’Interno la verifica della regolarità del voto nella città di Eboli (SA), dopo gli episodi crimanli verificatisi in questi giorni.

In ultimo – prosegue Franco Cardielloil ritrovamento di tessere elettorali con timbri presso l’abitazione di un cittadino italiano, allo stato indagato. Appare evidente che il voto di domani risulterà inquinato anche in considerazione degli atti di compravendita del voto, con il pagamento di € 50,00 per ogni preferenza al consiglio comunale espressa.

Il Ministro  – aggiunge Franco Cardiello – dovrà accertare se si tratta di caso singolo o di una associazione finalizzata al voto di scambio per fare eleggere consiglieri comunali e sindaco, presenti in questa tornata elettorale e di stretta fiducia all’organizzazione.

Facendo proprie le preoccupazioni generali del Senatore Cardiello di FI, POLITICAdeMENTE non può fare a meno di aggiungervi le proprie particolari, legate alle vicende che lo hanno visto vittima, e proprio oggi che la stampa ha riportato l’esecuzione del blogger sud-pontino di Formia Mario Piccolino, che raccontava e denunciava le illegalità perpetrate in quella zona, al quale va tutto il nostro riconoscimento e la più ferma condanna per quella esecuzione, moltiplica la preoccupazione. Preoccupazione espressa nel momento in cui si è esposto denuncia contro ignoti, e successivamente quando si è informato il Capitano della Stazione di Eboli Antonio Cisternino, il quale ha recepito da subito tutta l’ansia, l’inquietudine ed il turbamento a cui si è stati sottoposti.

Massimo Del Mese

Massimo Del Mese

Ansia ed inquietudine che non si placheranno fino a che non si riuscirà a fare chiarezza sull’accaduto, ma è evidente che solo il pensiero che vi siano organizzazioni criminali o meno che con questi mezzi voorrebbero inquinare e stravolgere l’andamento di quella che dovrebbe essere una civile competizione elettorale con l’intimidazione, con il ricatto della paura e con gli imbrogli e i colpi bassi o come da più parti giungono allarmi, spero infondati, di personaggi legati alla criminalità che si accompagnano a personalità politiche, allora è veramente preoccupante.

Chi è che vuole vincere le elezioni con questi mezzi? Perché si mettono in campo queste azioni illegali? Quali sono gli interessi? E’ per questo che si spendono tutti quei soldi? Rientra nella campagna di fango e di diffamazione anche il tentativo di far fuori dalla competicìzione elettorale il Candidato Erasmo Venosi? Qualcuno ha controllato chi spende tutti quei soldi e chi li ha cacciati e a che titolo? Come è possibile spendere tutti questi soldi senza essere tracciati atteso che a noi cittadini qualsiasi controllano anche il pèelo più piccolo? Se è vero chi è il politico che gira e chiede i voti insieme a personaggi poco raccomandabili?

PER DIRE QUESTE COSE SI DEVE CORRERE IL RISCHIO DI ESSERE UCCISI?

Sebbene in questa campagna elettorale, proprio avendo riscontrato un clima fuori il normale e civile confronto politico, questo sito ha voluto usare un equilibrio a dir poco certosino, concedendo gli stessi spazi e le stesse opportunità a tutte le forze politiche in campo, non esprimendo opinioni ma formnendo reportage pedissequi delle varie manifestazioni, non si comprende quali siano le motivazioni se non quelle di “piegare” chicchessia e nella fattispecie l’animatore del sito e i suoi collaboratoti con la paura.

CHE RELAZIONI CI SONO TRA LE RIFLESSIONI E GLI ULTIMI ARTICOLI APPARSI SU POLITICADEMENTE E IL FURTO DEI PORTATILI E DELL’ IPHONE?

CHI HA INTERESSE A BLOCCARE POLITICADEMENTE?

CHE RAPPORTI CI SONO TRA QUESTI IGNOTI E I PROBABILI MANDANTI, E QUESTI, HANNO RELAZIONE CON PERSONAGGI ITALIANI O COMUNITARI LEGATI AL CAPORALATO O AD INTERMEDIAZIONI LEGATE A QUEL MONDO?

Ebbene si è certi che le Forze dell’Ordine e gli investigatori faranno chiarezza su tutto, intanto è il caso che oltre ai Carabinieri si informi anche la DIA e la Procura della Repubblica ritenendo che ci siano ancora i margini perché non si sfoci in una tragedia, ma ritenendo colpevoli soprattutto chi sa e non agisce pensando

Eboli, 30 maggio 2015

6 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Coraggiosa la presa di posizione di Cardiello, sono fenomeni inquietanti, chi vuole mettere le mani sulla città a tutti i costi?
    questa la domanda da porsi come cittadini!

  2. Mi domando, ci sono tutti questi interessi a governare questo comune pieno di debiti, pagando 50€ per un voto e falsificando schede elettorali?
    Bravo Franco fai aprire gli occhi alle istituzioni

  3. un po’ di contegno !

  4. Senatore, non sbandieri solo il vessillo della legalità, AGISCA. Faccia quel che è suo dovere fare, riscatti i suoi anni di assoluto anonimato lasciando un segno positivo nel suo paese. Faccia valere l’idea che SOLO l’onestà paga!!!
    Lo faccia anche per dare credibilità a suo figlio che da quando frequenta certi ambienti, immagino, si sarà abituato alla nausea ma non alla voglia di abbandonare la partita.

  5. SONO SCAPPATI… I ” BUOI” DALLA STALLA… E.. SI CERCANO ….LE CORNA…
    …. sapendo di fare una “enorme” figuraccia…!
    …. cerca di pararsi …le “TERGA”…..
    …. MINACCIANDO fuoco e fiamme per giustificare la sua ” N U L L I T A ‘ “

  6. Buoi e corna una cosa,manette ben altro…

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente