Dietro lo scontro del Forum della Gioventù: Un messaggio di Giovani per i Giovani

Dietro il Forum della Gioventù uno scontro di potere. Vecchi arnesi si confrontano, orientano scelte e soluzioni.

I giovani denunciano il clima di pressioni, telefonate, promesse per accaparrarsi il sostegno e continuare ad aumentare il proprio sistema di potere. E’ tempo di cambiare ma è fondamentale, però, non perdere tempo.

Marziale Bufano

EBOLI – Manca poco più di un mese al grand happening, per l’elezione dei nuovi dirigenti e del Presidente del Forum della Gioventù di Eboli e già si respira un brutto clima, fatto di “pressioni, telefonate, promesse” come dicono i giovani che scrivono le lettera che segue, indirizzandola ad altri giovani sperando di rompere questa spirale di inquinamento e di invasione barbarica che solo i “vecchi arnesi” della politica sanno fare.

Paolo Campagna, Antonietta Melillo, Emilia Carleo, Francesco Fresolone hanno sentito il bisogno di comunicare un loro stato d’animo, ma anche la preoccupazione di “infiltrazioni” che non consentono si sviluppi intorno ai giovani il clima di dialogo e festoso che invece generalmente viene fuori quando nessuno si intromette, come è accaduto a Salerno per la Elezione del Presidente provinciale del Forum dei giovani, Dario Landi, sorretto da una cordata di giovani che hanno rifiutato ed ostacolato, l’invadenza di chi voleva trasformare quell’appuntamento in uno scontro politico, e hanno vinto eleggendo Landi, fuori dagli schemi di partito.

Purtroppo a Eboli non è possibile e adesso la questione si è complicata e rischia di compromettere anche i futuri assetti politici, ma rischia di eleggere un Forum che non risponde alla indipendenza bensì alla cordata che lo ha eletto. Infatti, l’anomalia più stridente è che il Presidente Uscente, Marziale Bufano, ha svolto il suo ruolo ed è arrivato alla fine del suo mandato senza che vi fossero contestazioni, opposizioni o circostanze che non consentissero una sua riconferma, atteso che al momento pare sia sostenuto solo dal Terzo Polo, mentre il PD avrebbe intenzione di candidare Paola Massarelli che dovrebbe rappresentare una parte del PD e SEL, mentre il PdL si orienterebbe sulla candidatura di Gino Monaco, risultando che il fronte delle alleanze, indipendentemente da chi verrà eletto, non rappresenterà mai l’intero mondo giovanile.

Tutto questo perché alcuni invece di pensare a governare la Città, invece di organizzare risposte serie e immediate al problema del dilagare della delinquenza; Invece di dare risposte credibili e legali, da portare in consiglio comunale riguardo alle osservazioni gravi ed inequivocabili degli Ispettori Contabili della Suprema Corte; invece di dare risposte ai dubbi e alle accuse che a più riprese sono state avanzate da diversi consiglieri Comunali delle opposizioni ma anche del PD, circa il clientelismo esercitato nei Piani di Zona, che vedrebbe coinvolto amici, amici degli amici e parenti; Invece di dare corso a risposte adeguate circa il salvataggio della Multiservizi e tutti i debiti che si ritrova, fonte di “zizzelle” infinite che fanno guadagnare solo chi ci ciuccia, scaricando poi sulla comunità i debiti; invece di dare risposte serie circa i disabili di una struttura, che da oltre un ventennio opera in un totale quadro di illegalità, protetta dalle complicità di chi ha acconsentito che questa operasse, che non fa escludere affatto vi sia una sorta di Lobbye di interesse di ambienti vicini ed eredi del PCI, PDS, DS, e ora probabilmente di parte del PD; ci si dedica al Forum dei Giovani per “piazzare” pedine che poi evidentemente rispondono al momento opportuno.

E quale sarebbe questo momento opportuno, sicuramente le prossime elezioni Amministrative, guardando a quelle più lontane, ma a quelle politiche generali guardando più a breve, per cercare in qualche modo di orientare i giovani dalla loro parte. Illusi.

A quei giovani si deve spiegare perché per essere selezionati bisogna iscriversi a qualche Partito e magari a qualche corrente. A quei giovani bisogna spiegare perché non tocca a loro essere scelti anche per fare lo scrutatore, figurarsi se nel Piano di Zona o nel Servizio Civile. A questi giovani si deve dire, che si devono mettere in fila e devono essere buoni e bravi, non devono contestare e devono seguirte il “dettato” e solo dopo che si sono sistemati, i fratelli, le sorelle, i figli, gli amici e gli amici degli amici o le fidanzate o altro, arriverà il loro turno.

Il Forum dei Giovani sembra essere contaminato da queste intromissioni e dietro queste contaminazioni vi sarebbero Amministratori e figure Istituzionali di Primo Piano comunali e provinciali. E con questi presupposti come possono mai pensare Paolo Campagna, Antonietta Melillo, Emilia Carleo, Francesco Fresolone, che hanno avuto il coraggio di scrivere questa lettera che si possa prenderla in considerazione. Cosa avrebbero loro da offrire: la morale, l’onestà, la correttezza, la genuinità e la semplicità coraggiosa di denunciare timidamente “un’aggressione” impropria?

Massimo Cariello per il PdL, ha fatto sapere di essere disponibile ad una soluzione unitaria, lo stesso ha fatto Emilio Masala e Francesco Bello del Terzo Polo, quest’ultimo lo spera anche in assonanza al deliberaro che ha istituito, sotto il suo assessorato, il Forum. Invece dal PD, ingenuamente Roberto Palladino auspica vi sia il massimo di autonomia, mentre la parte che fa capo a Melchionda e Sgroia vorrebbe, attraverso questa competizione ricostruire la Sinistra, quale sinistra non si è capito, l’importante è dare una botta al cerchio e uno alla botte, cioé amministrare con il Terzo Polo (UDC, API, FLI) e allearsi con SEL.

…………  …  …………

Un Messaggio per i Giovani

Tra un mese si terrà l’elezione del nuovo Forum della Gioventù, un appuntamento importante per la partecipazione attiva dei giovani alla vita Istituzionale, con lo scopo essenziale di dare impulso e proposte alle politiche giovanili.

In questo periodo abbiamo osservato in silenzio, confidando che prevalesse il confronto sul merito dei problemi che riguardano i Giovani e sulle loro soluzioni.

Ma purtroppo sempre per colpa di qualcuno anche in questo momento di libera aggregazione è stato strumentalizzato da i soliti “politici” della nostra città.

Chiunque ricopre incarichi amministrativi di prestigio da DESTRA a SINISTRA passando per il CENTRO non ha risparmiato pressioni, telefonate, promesse pur di accaparrarsi il sostegno per continuare ad aumentare il proprio sistema di potere.

Il messaggio che noi lanciamo ai tanti giovani avvicinati dai potenti di turno diciamo che una soluzione è possibile.

E’ tempo di cambiare realizzando una palese rottura con quanto avvenuto fino  ad oggi.

E’ indispensabile far pervenire l’elaborazione di nuove ed efficaci proposte utili per avviare un cambiamento libero da questo disegno.

E’ fondamentale, però, non perdere tempo.

Paolo Campagna
Antonietta Melillo
Emilia Carleo
Francesco Fresolone

Eboli, 23 marzo 2012

13 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Ma questi giovani liberi sono anche riformisti? e vuoi vedere che risponderanno ad altri potenti più vecchi e più settari di quellu citati nell’articolo? admin questi non faranno telefonate ma andranno a votare col bus.

  2. si dice che questo momento è stato strumentalizzato dai politici, tant’e’ vero che 2 candidati su 3 sono di chiara derivazione politica, come scritto anche nell’articolo, a voi le conclusioni

  3. il solito vizietto. altro che giovani. per corrompere le coscienze ci vuole poco, per alcuni, molto poco.

  4. Questo PD riesce a sporcare tutto quello che tocca. adesso ci provano con i giovani. Da come si presentano le cose, si capisce che gli interessi devpno essere molto forti ecco perche’si muovono i maggiorenti.

  5. La cosa che vorrei comprendere, cari Kapsicum e ebolitano, e come si faccia a dire tante sciocchezze in così poche frasi….. è evidente che i giovani che fanno politica si candidano al Forum dei Giovani, qual è la cosa inquinante delle coscienze?
    Quanto ai cari virgulti che denunciano “telefonate”:

    Paolo Campagna è figlio del consigliere comunale Carmine Campagna, riformista;
    Antonietta Melillo è la figlia della nipote di Cosimo De Vita, onnipotente Presidente dell’Elaion;
    Emilia Carleo è figlia di Nicola, dipendente Elaion;
    Francesca Fresolone è figlia del Fresolone anch’egli dipendente Elaion…

    ridicolo!

    ha ragione Geronimo, questi faranno i pulmann, altro che le telefonate…..

  6. Il reale problema è uno solo, a parte sapere a ki sono imparentati….Ma quello ke credo + ci interessa è una sola . QUELLO KE HANNO SCRITTO E VERO OPPURE NO?

  7. ALLORA HA RAGIONE CARIELLO CHE LA MERITOCRAZIA E’ UNA CHIMERA E CHE HA PERSO LE ELEZIONI PERCHE’ LONTANO DALLA COLTA (?) BUROCRAZIA CHE FA CAPO ALLA SINISTRA? DEL RESTO LUI E’ FIGLIO DI UN IMPIEGATO E DI UNA CASALINGA E PER PAGARSI GLI STUDI HA DOVUTO FARE IL CAMERIERE! GLI STATE COSTRUENDO UN’AUTOSTRADA CHE PERCORRERA DA SOLO ANCHE IN MOTORINO SE CONTINUIAMO CON QUESTO MODO DI FARE. MI CHIEDO CHI SARA’ IL CANDIDATO A SX ALLE PROSSIME COMUNALI? ROSANIA? CONTE? CICIA? ALLORA MEGLIO SILVIO MASILLO!

  8. Ma quali giovani, se sono giovani io ancora devo nascere. Sono vecchi come chi li ispira e li sostiene.

  9. Si sta preparando un mega inciucio con i socialisti cacciandi dal pd che tentano di aggregarsi al pdl e npsi cominciando dal forum.

  10. A mio figlio non lo farei mai iscrivere a questo PD. E’ un covo di vipere, spero gli elettori lo puniscano severamente.

  11. Dopo l’uso deprecabile degli stupefacenti ……..
    cominciano ad usare anche i bambini !!!

    si saranno stancati di mangiarli ???

  12. ma voi veramente pensate che voi fate i c……. Vostri tra fidanzate, padri e figli e noi dovremmo votarvi? Avrete un’altra batosta. Maaglioriello, mazzarelli, marpione e sgerfy.

  13. CON GLI EX COMUNISTI CHE OGGI VOTANO A DESTRA QUESTA CITTA’ NON SI CAMBIA PROPRIO PER NIENTE

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente