Sindaco di Eboli: Impazza il totocandidato e il M5S lancia il programma partecipato

Il Gruppo del Movimento Cinque Stelle di Eboli, lancia il progamma partecipato per Eboli e nel suo gazebo in Piazza ha raccolto le prime proposte di base.

La confusione generale imperversa a destra e a sinistra, è insistente la necessità del cambiamento: “NON più deleghe, ma partecipazione attiva!!” Prevalga il principio primo fra tutti: L’onestà. E per il totocandidato a Sindaco si gioca la Smorfia.

Attivisti Movimento 5 Stelle - Eboli

Attivisti Movimento 5 Stelle – Eboli

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Le fibrillazioni in Città sono alle stelle. Il totocandidato a Sindaco di Eboli ormai impazza, C’é addirittura chi si gioca i numeri, quelli che girano sono 70 (‘o palazzo) – 71 (Omme e merda) – 73 (Ospitale) – 79 (‘o mariuol), una quaterna secca sulla ruota di Napoli, poi c’é chi si azzarda a giocare la cinquina e ci aggiunge anche il 38 (‘e mazzate).

E’ inutile spiegare le motivazioni per le quali la fantasia popolare ha fatto ricorso alla smorfia napoletana, si sa quando le cose sono di popolo non è che si usa tanta delicatezza nelle definizioni, di sicuro il sentimento sentimento popolare più comune è quello della rabbia, se poi la rabbia tramutata in gioco ha prodotto qualche vincita non si sa, di certo vincerebbero gli ebolitani se solo provassero a cambiare e mandare a casa tutta questa gente, di destra e di “manca“, di maggioranza e di opposizione che da anni imperversa nel “Palazzo”, e ha ridotto la Città in un cumulo di macerie.

Ormai sembra che tutti si propongono e tutti minacciano di voler presentare una lista. Ci sono più candidati a Sindaco che a consigliere, se solo avessero il buon senso di misurasi con quel famoso metro che ognuno dovrebbe tenere in tasca per non fare ficure di cacca, forse molti si risparmierebbero tante figurelle molti altri si risparmierebbero fischi e pernacchie e molti altri ancora addirittura qualche calcio benefico nel sedere.

Solo nel PD se ne conterebbero una 14rdicinacome ad esempio Luca Sgroia, Cosimo Cicia, Adolfo Lavorgna, Antonio e Mario Conte, Cosimo De Vita e Salvatore Marisei, Vincenzo Caputo, e l’ex On. Tonino Cuomo che però pare sia orientato a presentare tre liste civiche e sta già lavorando in questa direzione, e non mancano i possibili candidati come Vito Pompeo Pindozzi, Antonio Manzo, così come non mancano le aspirazioni che pure toccano alla società civile come quella di Laura Cestaro e Roberto Pansa, e tra chi si propone, chi viene proposto, chi aspira e chi non dovrebbe proprio permettersi di proporsi, si andrebbe avanti in una confusione di nomi che successivamente dovrebbero confrontarsi con i possibili alleati, con altre proposte, altre aspirazioni, altri nomi, come Arturo Marra, Pasquale Lettera, Gerardo Rosania, insomma una confusione che tra “anticiparie“, “Primarie“, “secondarie” e “confusionarie”, si ha la sensazione che tutti vorrebbero un pezzo di quella torta.

Nel centrodestra non è che sono messi meglio, anche su quel versante avanzano le proposte, da una parte c’é Massimo Cariello che da sempre lavora ad una candidatura e oggettivamente è ben visibile e ben presente nell’elettorato di centrodestra, orientato come è a riproporre una coalizione di civiche, sganciandosi da Forza Italia, che al contrario sembrerebbe accantonare l’ipotesi delle primarie per puntare sul giovane Damiano Cardiello, e smarcandosi da Fratelli d’Italia-AN che ormai sembra essere rimasta sola ad accollarsi tutte le responsabilità del depotenziamento e del tentativo di chiudere l’Ospedale di Eboli e smantellare la Sanità pubblica nella Piana del Sele, ma mantenendo i privilegi ai medici distribuendo loro 75 milioni di euro in prestazioni aggiuntive chiamate “ALPI”. E così mentre FI locale cerca di chiudere la quadra su Cardiello Jr, che sembra aver ricomposto anche i dissapori con Fratelli d’Italia-AN, non mancano altre aspirazioni come quella di Giancarlo Presutto, così come da Salerno pare ci sarebbe un pressing sul cardiochirurgo Giuseppe Di Benedetto e da Roma si penserebbe di indicare una personalità sulla quale non ci dovrebbe essere nessuna discussione e riuscirebbe a mettere in riga tutti, naturalmente tranne Cariello.

E così molto probabilmente alle prossime elezioni di primavera ci dovrebbero essere ben 5 schieramenti che si fronteggerebbero per conquistare la sedia più alta del Palazzo: Il Centrosinistra che comprenderebbe oltre al PD anche i partiti di Sinistra (SEL, SU, RC), più l’API e IdV; il Centrodestra con Forza Italia, Fratelli d’Italia-AN e un’altra Lista collegata; Cuomo e Cariello con tre liste civiche ciascuno; e il Movimento 5 Stelle che per il momento, anche per mancanza di esperienza non ha ancora pensato ad un candidato e non ha ancora pensato ad una possibile alleanza, per evitare di “bruciare” un consenso che se ben guidato potrebbe anche decidere la partita e scompigliare le carte.

Ed è proprio mentre tutto questo accade che domenica scorsa in Piazza delle Repubblica per tutta la mattinata, un gazego attrezzato dal gruppo di Eboli del Movimento Cinque Stelle. ha dato il via all’iniziativa preannunciata del “Bilancio partecipato” e appunto con la creazione di un “Punto di ascolto” cittadino, si è sensibilizzato l’opinione pubblica, accogliendo e condividendo con icittadini che si sono avvicinati le varie problematiche e le varie proposte di gestione per tentare di introdurre elementi di rinnovamento che possono solo far bene alla nostra Città, tra l’altro ricca di risorse mal utilizzate o ancor peggio ostacolate e abbandonate.

L’imperativo categorico è stato: NON più deleghe, ma partecipazione attiva!!

D’altronde il Movimento Cinque Stelle sia nazionale che locale ha sempre fortemente creduto nella realizzazione di un programma partecipato espressione della volontà popolare. In tanti hanno aderito all’iniziativa, – fa sapere il gruppo ebolitano del Movimento 5 Stelle – gli ormai storici attivisti di Eboli, ma anche neo simpatizzanti carichi di idee di rinnovamento per una gestione oculata delle nostre risorse, stanchi dell’andazzo locale e desiderosi di mettersi in gioco.

Molte delle persone che si sono avvicinate – raccontano i giovani del M5S –  ci hanno chiaramente fatto intendere che “o si cambia radicalmente il sistema di gestione oppure le valige sono già pronte per l’imbarco”. Noi non ci stiamo a lasciare la nostra Eboli nelle mani dei partiti, o nelle mani di finte liste civiche (ne fioriscono tante di questi tempi), Noi – conclude il gruppo ebolitano del M5S – vogliamo vivere la nostra città e la vogliamo a misura d’uomo, vogliamo il turismo perché abbiamo una splendida costa e una ricca pineta, ed anche perché abbiamo un grande Centro Antico, vogliamo l’agricoltura perché siamo nella Piana del Sele e abbiamo terreni fertili, vogliamo la cultura perché l’abbiamo sempre avuta e perché vogliamo continuare ad averla, vogliamo lo sport per tutti…..vogliamo una città da vivere e da trasformare..

Insomma dal M5S per il momento niente nomi, ma arrivano timide proposte che sicuramente non possono essere quelle che riescono a catturare i più, ma meglio questo che niente, daltronde noi siamo stati abituati ai programmi roboanti, ai quali però nessuno ha mai dato seguito, ma l’importante è esserci e l’importante oltre ad esserci è necessario anche affermare un principio, che vale più di tutti ed è al di sopra di tutto: l’affermazione dell’onestà. Se solo si riuscisse a far prevalere questo principio, già avremmo vinto, poi viene il resto.

Eboli, 24 settembre 2014

7 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. guardando la foto mi sembra più una famiglia che un movimento. La signorina dulla sx stava cuocendo il ragù è stata chiamata ed è scesa un attimo a farsi la foto, la signora sulla dx stava andando a messa ed è stata cooptata anche lei per la foto. Nessuno di loro sa cosa stà facendo tranne l’uomo dal canuto pelo e la donna dall’arlecchino vestito. Martì ti piace vincere facile. M5 è un passato ricordo.

  2. il mio vaticinio è semplice;
    al ballottaggio andranno i soliti noti,gli altri son di contorcono,o si accomodano come portatori d’acqua o si bruciano.
    non faccio mistero delle mie simpatie di cs,ma questa area politica cambi facce,in particolar modo il pd,alcune vanno bene,ma altre fanno perdere voti,solo la loro presenza,intrisa ad una consumata supponenza comportamentale,ingenerano una naturale idiosincrasia.

    il mio favorito nelle previsioni alla fine è cuomo,sa muoversi ed aggregare,manzo e pindozzi pur molto autorevoli,non penso si candideranno,il manager pansa è interessante come outsider x intercettare voti di destra in libera uscita,rosania per finire,una amarcord che potrebbe sfondare,e poi è un tecnico dell’ente comune.

    nel campo berlusconiano e post berlusconiano,cariello è certo come il sole che sorge,cardiello ha molte chances e freschezza da profondere,ma paga lo scotto di essere figlio di…e quindi per questo osteggiato dall’interno,lenza pare defilarsi,chissà che non torni un “peso massimo” come busillo o una personalità della società civile,cinque anni fa si parlava di quel vero galantuomo assoluto che è il dott.d’aniello.
    per finire,il m5stelle,solo folklore,da rispettare senza dubbio,ma solo quello!

  3. Quando estenderete il programma per il capitolo fogne posso suggervi uno pseudo pproggettista il quale vive una crisi d’identità e di pensiero e magari potrebbe associarsi anke a voi

  4. Certo che si vede che sei avvelenato, ma lasciali stare almeno loro portano un programma partecipato, trasparenza quindi, non incIuci di palazzo…
    Dai loro abbigliamenti si vede l’ingenuità di persone che davvero partono dal basso, non si mettono quindi in mostra con le solite camice bianche, vedi Renzi…

    Insomma Avvelenato se hai problemi a casa non prendertela con questi ragazzi che credOno in una Nuova Eboli…!!!

    • @ bivio
      amministrare la cosa pubblica non proprio una cosa semplice e lo dimostra il fatto che nel parlamento al di là della cessione del proprio stipendio quelli del m5 stelle non hanno concluso nulla. Non si può scendere di casa e improvvisarsi amministratore. amministrare gli altri è una cosa difficile. io francamente a quelle facce non gli farei amministrare nemmeno un condominio, non me ne vogliano ma hanno la faccia degli incompetenti

  5. Visto che sei così bravo vacci Tu a gestire il Comune di Eboli. Oltre a essere avvelenato sei anche un presuntuoso. Da una Foto Lei ha già capito chi sono e cosa fanno e poi non credo siano Tutti dato che vogliono presentarsi almeno dovranno essere 24 in lista… quindi parla con razionalità e mi ripeto, lascia stare coloro che vogliono cambiare In Meglio Eboli. Tu dai il voto a chi sta in politica da Anni e
    Non ha fatto mai nulla x Eboli, vedi se ti danno qualche 50 euro in cambio…. ma daiii… scusatemi ma le persone che ancora hanno i prociutti su gl’occhi Mon li sopporto. Ma cosa Ti devono togliere più il letto o la sedia di casa x farti capire che ti stanno fregandosene da sempre ??? A chi aspetti ?? CAMBIA !!!

  6. Chi ti dice che io nn sia o nn sia stato un amministratore? Io Cambio e voto.Laura Cestaro

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente