Cecilia Francese batte Motta e De Luca ed é il Sindaco di Battipaglia

Cecilia Francese, la “pasionaria” battipagliese, con 13018 voti e il 55.21% vince il ballottaggio mette all’angolo Motta e sconfigge De Luca.

Con la neo Sindaca ritorna al Comune Forza Italia e il Centrodestra, ma la Francese come Rossella O’hara in “Via col vento” apre alla Città e alle forze politiche: «Da domani a lavoro per ricostruire la Città. Domani è un altro giorno» per dire che quello che è stato fino ad oggi bisogna lasciarselo alle spalle.

Cecilia Francese-Vittoria Ballottaggio-1

Cecilia Francese-Vittoria Ballottaggio-1

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – Il 57,94% degli aventi diritto al voto dell’unico comune della provincia di Salerno chiamato a rinnovare la sua amministrazione al secondo turno delle elezioni amministrative 2016, ha espresso la propria preferenza per il loro nuovo sindaco. A contendersi la poltrona più ambita del Comune, erano: il medico endocrinologo Cecilia Francese, sostenuta dalle liste civiche Etica per il Buongoverno, Francese Sindaco, Forza Italia e Rivoluzione Cristiana; l’imprenditore Gerardo Motta sostenuto dalle liste “Motta Sindaco”, “Battipaglia a testa alta”, “Battipaglia con cuore”, “Battipaglia libera” e “Speranza per Battipaglia”.

Ugo Tozzi-Giuseppe Provenza-Cecilia Francese

Ugo Tozzi-Giuseppe Provenza-Cecilia Francese

Per motivi di sicurezza sono stati impegnati circa 250 uomini appartenenti alle varie Forze dell’ordine, mobilitati per assicurare l’Ordine pubblico e per evitare vi fossero irregolarità nelle operazioni di voto, in una conpetizione elettorale che se fosse durata solo qualche giorno in più, veramente sarebbe successo qualcosa di inevitabile, tanto lo scontro si era portato avanti tra i contendenti.

Chi fosse il vincitore tra i due ballottanti si è capito fin dai primi schede e alla fine su 48 sezioni su 48 scrutinate, Cecilia Francese risulta essere in vantaggio con 13018 voti pari al il 55.21% di preferenze contro i 10563 voti e il 44.79% di Gerardo Motta, e i supporter della Pasionaria battipagliese incominciano ad esultare, e tra canti e balli da stadio la Città festeggia portando in trionfo la Francese. Dall’altra parte la delusione si colora man mano di tristezza sui volti dei sostenitori e dei vari protagonisti che avevano puntato su Motta, dato per favorito per tutto il corso della campagna elettorale.

Gerardo Motta con i supporter

Gerardo Motta con i supporter

Ma se la vittoria profuma, la sconfitta puzza, e il cattivo odore più che fermarsi nella sede elettorale di Gerardo Motta a Battipaglia, giunge facendo un bel giro passando: per Eboli, la Città del Deputato PD Antonio Duomo; per Agropoli la Città di Franco Alfieri, delegato all’Agricoltura della Regione Campania; da Bellizzi e Pontecagnano, le Città rispettivamente di Mimmo Volpe e Ernesto Sica; fino a giungere nauseabonda a Salerno, nella sede provinciale del PD e tutta a carico di Vincenco De Luca e famiglia.

Cecilia Francese, la prima donna Sindaco di Battipaglia, riesuma e riporta il centrodestra al Comune, dopo la pausa di Giovanni Santomauro e il lungo triennio commissariale, un centrodestra diverso, moderno, che ha in lei, la “Pasionaria” battipagliese e in Ugo Tozzi, la vera novità di questa campagna elettorale, che ha potenziato con la sua coalizione, le chance del neo-Sindaco, ma che ha fatto la differenza poi colorando e “profumando” la vittoria, i due maggiori esponenti.

Cecilia Francese-Vittoria Ballottaggio-2

Cecilia Francese-Vittoria Ballottaggio-2

Una vittoria che si tinge di rosa con la Francese e di “rosso” dalla vergogna per il Partito Democratico e tutti i suoi leader politici, riesuma Forza Italia il centrodestra, ma soprattutto pone un argine all’arruffismo politico e al deluchismo, oltre che al tentativo di smobilitare i partiti e creare aree di potere indefinite, legati solo ai rapporti personali e senza regole. Chi ha Vinto? Cecilia Francese sicuramente, la sua tenacia e la sua semplice e costante presenza, prima da oppositrice all’Amministrazione Santomauro e poi alla vigilanza nel periodo buio del Commissariamento straordinario. Tra i vincitori si annovera con un posto in primissima fila Ugo Tozzi, il vero vincitore di questo turno elettorale, che con la sua coalizione ha dato l’ultima spinta risultata decisiva per vincere.

Cecilia francese-ballottaggio-vittoria

Cecilia francese-ballottaggio-vittoria

Chi ha perso? Il Partito Democratico sicuramente. Il PD ha perso tre volte: Prima candidando Enrico Lanaro; poi arrivando quarto escluso dal ballottaggio; E di seguito sostenendo Motta, facendo perdere anche lui, fcostringendolo a condurre una campagna elettorale nel torbido per ignavia dei dirigenti PD che lo avrebbero voluto candidare, ma che non hanno avuto il coraggio di farlo; Motta dal canto suo, favorito dalla prima ora e non per merito di De Luca e del PD, è solo arrivato secondo, perdendo lo sprint finale.

Ballottaggio battipaglia- comitato elettorale cecilia francese

Ballottaggio battipaglia- comitato elettorale cecilia francese

Ora quella piazza festosa che ha festeggiato portando Cecilia Francese sulle spalle in corteo, si aspetta altro, cosa sia quell’altro è difficle saperlo perchè dalla Campagna elettorale non è emerso, sebbene ogni candidato ha depositato il programma di mandato. Si aspetta che in questa Città fortunata, grazie alle sue mille potenzialità, possa rialzare la testa, ma sfortunata perchè ha avuto nell’ultimo 25ennio una classe dirigente inadeguata, si mettano da parte tutti gli ostacoli che le hanno impedito di continuare a crescere e si passi alla individuazione dei grandi e piccoli temi che sono da anni sul tappeto, iniziando con la risoluzione dei problemi della Sanità e degli Ospedali che ci sono sul territorio, di rivedere la Mobilità e i trasporti pretendendo che l’alta velocità e la metropolitana leggera si allunghi fino alla Piana del Sele, di creare quelle infrastrutture necessarie a potenziare ed affiancare sia la produzione che la logistica della Piana del Sele, e che ci si abitui a ragionare in termini di area vasta e non di campanile, evitando di sostituire alla programmazione urbanistica e territoriale il costruito, e infine di creare quell’entusiasmo e quelle condizioni favorevoli per aiutare i giovani e favorire il loro ingresso nel mondo del lavoro e della produzione.

Battipagli-ballottaggio-comitato elettorale Cecilia Francese

Battipagli-ballottaggio-comitato elettorale Cecilia Francese

Sarà possibile? A giudicare dalle prime dichiarazioni di una Cecilia Francese raggiante ma conciliante e con la serenittà di chi è consapevole del ruolo che deve andare a svolgere è possibile tanto che rivolgendosi ai tantissimi giovani festanti per la sua elezione: «Non vi fate mai dividere dal tifo. L’amicizia è la cosa più importante, è un valore, che insieme al coraggio e all’onestà e la lealtà vi fortifica e vi fa raggiungere risultati straordinari, lasciandovi comtribuire a far crescere una società migliore. – alla domanda di chi ha vinto risponde senza mezzi termini – Ha vinto Battipaglia, la città laboriosa e dalle mille iniziative, e ha perso la tracotanza di chi immagina che il mondo inizia e finisce con loro ritenendosi indispensabili. Ma da domani a lavoro per ricostruire la Città e i rapporti e per favorire un’agibilità politica indispensabile perchè tutti pur nei loro ruioli diversi possano contribuire alla crescita civile, economica, politica e morale di questa Città. – e conclude con quella frase che ha segnato l’antologia del cinema mondiale, pronunciata, neanche a farlo apposta da un’altra donna Rossella O’hara in Via col VentoDomani è un’altro giorno. – per dire che quello che è stato fino ad oggi bisogna lasciarselo dietro. Tutti lo sperano.

…………………..  …  ……………………

AFFLUENZA 57,94%
Sezioni scrutinate 48 / 48
Candidato eletto: CECILIA FRANCESE
Candidato Voti % Seggi

CECILIA FRANCESE

13018 55,21% 15
LISTA CIVICA – CON CECILIA FRANCESE SINDACO 1920 6,60% 5
LISTA CIVICA – ETICA X IL BUONGOVERNO 1354 4,65% 4
FORZA ITALIA 1082 3,72% 3
RIVOLUZIONE CRISTIANA 1057 3,63% 3

GERARDO MOTTA

10563 44,79% 4
LISTA CIVICA – MOTTA SINDACO 5500 18,91% 3
LISTA CIVICA – BATTIPAGLIA LIBERA 1699 5,84% 1
LISTA CIVICA – SPERANZA PER BATTIPAGLIA 1479 5,08%
LISTA CIVICA – BATTIPAGLIA CON CUORE 1100 3,78%
LISTA CIVICA – BATTIPAGLIA A TESTA ALTA 624 2,14%
-% 2
LISTA CIVICA – TOZZI SINDACO 3060 10,52% 1
LISTA CIVICA – AZIONE CIVICA 1311 4,50%
FRATELLI D’ITALIA – ALLEANZA NAZIONALE 1233 4,24%
LISTA CIVICA – CITTÀ CONNESSA 232 0,79%
PARTITO DEMOCRATICO 2044 7,02% 1
LISTA CIVICA – MOVIMENTO PRO BATTIPAGLIA 1237 4,25%
LISTA CIVICA – LA SVOLTA CON LANARO SINDACO 682 2,34%
LISTA CIVICA – MODERATI PER BATTIPAGLIA 563 1,93%
LISTA CIVICA – # PER UN NUOVO INIZIO 1206 4,14%
LISTA CIVICA – BATTIPAGLIA POPOLARE 270 0,92%
LISTA CIVICA – BATTIPAGLIA LA CITTÀ CHE VERRÀ 742 2,55%
LISTA CIVICA – MOVIMENTO CRISTIANO 497 1,70%
NOI CON SALVINI 186 0,63%

Candidati a Sindaco eletti Consiglieri comunali: Gerardo Motta, Ugo Tozzi, Enrico Lanaro.

…………………  …  ………………..

COMPOSIZIONE CONSIGLIO COMUNALE
MAGGIORANZA E OPPOSIZIONE
GLI ELETTI LISTA PER LISTA

Ballottaggio del 19 giugno

Lista “Per Cecilia Francese Sindaco

  1. Pino Bovi 433 voti
  2. Rossella Speranza 185
  3. Ada Caso 145
  4. Elda Morini 123
  5. Stefano Romano 121

Lista “Etica per il Buongoverno”

  1. Antonio Sagarese 274
  2. Roberto Cappuccio 145
  3. Vincenzo De Sio 129
  4. Pietro Cerullo 128

Lista “Forza Italia”

  1. Giuseppe Provenza 373
  2. Alfonso Baldi 199
  3. Valerio Longo 159

Lista “Rivoluzione Cristiana”

  1. Franco Falcone 341
  2. Francesco Marino 214
  3. Isidoro Amendola 192

Per le Opposizioni

Lista “Motta Sindaco” 

  1. Gerardo Motta
  2. Renato Vicinanza 643
  3. D’Acampora Luigi 611
  4. Luisa Liguori 583

Lista “Battipaglia Libera”

  1. Alessio Cairone 448

Lista “Tozzi Sindaco”

  1. Ugo Tozzi
  2. Angelo Cappelli 584 Voti

Lista “Partito Democratico”

  1. Enrico Lanaro
  2. Egidio Mirra 363

Battipaglia, 20 giugno 2016

3 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Con questo voto, dopo 100 anni, Battipaglia torna a essere orgogliosamente una frazione di Eboli. E lo diventa paradossalmente nel momento di maggiore debolezza politica della città limitrofa. Per la famosa “filiera istituzionale” sarà ancora più facile tagliare fuori la Piana del Sele dai vari programmi di sviluppo giustamente citati nell’articolo. Gli ultimi pidocchi su cui c’era qualche contenzioso verranno riconsegnati a Eboli con tante scuse. E’ giusto cosi, Battipaglia ha scelto.

  2. Cecilia persona capace e perbene,saprà fare sistema con Eboli.

  3. Sono contento per Cecilia e sono contento per la brutta figura di Tonino Cuomo . Prenderà una bella pensione dopo la fine del mandato ( se i 5 stelle non gliela tolgono) perché la sua parabola politica volge miseramente al termine anzi è andato anche molto al di là delle proprie capacità come tanti altri politici.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente