Eboli: Il Consiglio comunale approva il Bilancio di Previsione 2012

Dopo 14 ore di discussione, con 18 voti favorevoli (PD, API, UDC, IDV), 7 contrari (PdL, Nuovo Psi e Riformisti) è passato il Bilancio di previsione 2012. Melchionda resta in Sella.

Con 9 mesi di ritardo e l’ombra lunga del parere del Segretario Generale, il Consiglio approva il Bilancio di Previsione 2012. Con l’approvazione del Bilancio si concludono gli assetti di potere. Intanto sebbene contrari Rosania e Vecchio per senso di responsabilità “aprono” al dialogo con la maggioranza.

Consiglio Comunale-Bilancio Previsione 2012

EBOLI – E’ stato un confronto durissimo quello a cui si sono sottoposti maggioranze ed opposizioni in Consiglio Comunale in occasione della discussione e approvazione del Bilancio di Previsione del 2012. E alla fine, dopo 14 ore di discussione, con nove mesi di ritardo e l’ombra lunga del parere del Segretario Generale, Domenico Gelormini, di cui ne è possibile l’approfondimento a pié di pagina con un link di collegamento, il Consiglio Comunale lo ha approvato con 18 voti favorevoli (PD, API, UDC, IDV), 7 contrari (PdL, Nuovo Psi e Riformisti), mettendo un sigillo su una brutta vicenda che si trascinava da mesi.

Vicenda partita dalla richieste di dimissioni, poi ottenute, da parte di due dei tre consiglieri comunali dell’UDC Emilio Masala e Pietro Mazzini, di Pierino Infante, sostenuto solo da Massimiliano Atrigna, e poi arrivata al commissariamento della sezione locale e giungendo, dopo vari percorsi alla nomina dell’Assessore Dino Norma, che si definisce un “Tecnico” e all’impegno di convocare un congresso cittadino che doverebbe far ripartire il Partito di Casini.

Vicenda, partita dall’UDC su cui poi si sono innestati formando una coalizione inedita, il Presidente del Consiglio Comunale Luca Sgroia, uno dei tre capigruppo del PD Mario Di Donato, Mauro Vastola, sempre pronto a “cogliere l’attimo”, e Cosimo Marotta, deluso e poi riconvertito, i quali hanno trasformato una crisi interna al Partito dell’UDC in una crisi politica vera e proprio aggiungendovi contenuti, che apparentemente sembravano attribuirsi al Partito Democratico, ma che invece per come poi si sono svolte e per come si evolveranno le cose da quì a qualche ora non hanno nulla di politica e per nulla hanno coinvolto il Partito Democratico, rimasto completamente estraneo sia alla risoluzione politica che a quella dell’organigramma, atteso che le nomine , senza entrare nel merito del valore delle singole persone facenti parte del nuovo esecutivo, sono riconducibili ad appartenenze di gruppi e personali, confermando la natura di una crisi che trova nella sua risoluzione con l’Approvazione del Bilancio, era solo speculare ad un riassetto di potere che vede nuove e vecchie aggregazioni interessate solo ed esclusivamente al potere, quello puro, liquido e a null’altro.

14 ore di discussioni, con gli interventi di Massimo Cariello, Gerardo Rosania, Fausto Vecchio, Paolo Polito, Salvatore Marisei e altri, che hanno caratterizzato, almeno nella prima parte, il disagio di una maggioranza abbastanza in difficoltà per via del parere motivato chiesto ed ottenuto dal Segretario Generale Gelormini, il quale non poteva fare altro che rispondere come ha fatto, evidenziando in maniera esaustiva, come uelle questioni politiche hanno inciso sui conti, tanto da fargli dichiarare in pratica, che nessuno degli obiettivi prefissati fosse stato taggiunto e che il documento contabile, nell’attualità recasse una fotografia dei conti datata e per nulla rispondente all’attualità: causa i debiti fuori bilancio ed il loro incerto ammontare; quelli derivanti da contenziosi vari; quelli che invece come nel caso della Eboli Patromonio sono stati generati da un prestito confluito nelle casse comunali per ripianare quei famosi debiti fuori bilancio, e per contro evidenziando come tutti i mancati introiti derivanti dal patrimonio comunale, fossero stai determinanti a non aver centrato gli obiettivi propri dei conti dell’Ente; condizioni che tra le righe e nemmeno tanto, rappresentano il tracollo o come alcuni hanno detto una situazione vicina ad un pre-dissesto.

Domenico Gelormini

A quella difficoltà le opposizioni, fatta eccezione di quelle più pertinenti di Paolo Polito, si sono soffermate più sulle questioni procedurali e tecniche, miranti a volere evidenziare la illiceità dell’atto, piuttosto sulle questioni concrete, quei famosi “contenuti” a cui faceva riferimento il Segretario Gelormini rispondendo a specifici quesiti in merito. Ed in effetti Gelormini ha tentato e più volte di esporre le questioni lasciando intendere che bisognasse intervenire più sui contenuti che le procedure, e non perché queste ultime non siano importanti, ma perché da sole non risolvono quella esercitazione contabile che solo attraverso la proposta politica e la conseguenziale incidenza sui conti generali a seconda delle proposte che il Consiglio nella sua autonomia, fatti salvi i ruoli della maggioranza e delle opposizioni, può imprimere attraverso le sue decisioni. Insomma in soldoni il Segretario diceva al Consiglio è possibile ma solo se si riesce a “ripristinare la corretta gestione finanziaria a tutela del buon andamento e dell’efficienza dell’attività amministrativa, e le informazioni in merito alla situazione patrimoniale-finanziaria e alla sua evoluzione nel tempo impongono di  concentrare gli sforzi di tutti sulle azioni necessarie a concretizzare le previsioni di bilancio  ed a potenziare le entrate, al fine di garantire l’effettivo equilibrio di bilancio“.

Tecnicismi a parte il Consiglio Comunale ha approvato il Bilancio di previsione dell’esercizio finanziario 2012, concludendo il percorso che è passato attraverso la nomina della Nuova Giunta con i nuovi ingressi, salvo alcuni ritocchi come quello di completare la Giunta con la nomina dell’ottavo Assessore Francesco Bello dell’API, a cui vanno le attività Produttive, e alla indicazione di un rappresentante nel CDA dell’ASIS, che avverrà nei prossimi giorni, ma che poco rientrerebbe nei giochi politici, perché pare sia pervenuta in eredità da parte di alcuni parenti d’America al Consigliere Mauro Vastola e quindi l’indicazione è una sua facoltà.

Praticamente a distanza di mesi, che hanno solo fatto registrare scontri politici fino ad arrivare all’Azzeramento della Giunta e all’ulteriore slittamento dell’Approvazione del Bilancio con nove mesi di ritardo, il Consiglio Comunale non ha fatto registrare particolari emozioni e come se niente fosse stato: la nuova Giunta si è sostituita a quella rimossa, senza un minimo di dibattito politico che ne motivasse le scelte; si è approvato il donumento contabile di previsione senza rimuovere le motivazioni di fondo sollevate in atti ufficiali; si è conclusa un’altra fase politica che non ha visto per nulla protagonisti i Partiti, se non camuffando le decisioni assunte da gruppi come salvifiche e non il risultato di nuovi assetti di potere; Il Partito Democratico, questo sconosciuto, non ha avuto nessun ruolo politico, figuriamoci nella scelta degli assessori e delle altre nomine connesse alla risoluzione della crisi; Il Comune non è affatto a riparo dal tracollo finanziario, allontanadolo solo di qualche mese; La buona amministrazione è un miraggio e la politica è stata riposta definitivamente in soffitta.

In tutto questo, sebbene abbiano espresso la loro contrarietà al Bilancio con motivazioni diverse, il Consigliere di SEL Gerardo Rosania e il Capogruppo del PdL Fausto Vecchio, sempre più in rotta di collisione con il suo Partito, ricorrendo al senso di responsabilità verso la Città, hanno manifestato la loro intenzione di aprire un tavolo di discussione con la maggioranza per cercare di affrontare i temi più critici del Comune.

……………………………..  …  ………………………………

Parere Segretario al Bilancio 2012

Eboli, 7 settembre 2012

44 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Per fare opposizione sui contenuti bisogna esserne capaci e documentarsi molto bene, significa studiare gli atti e quindi lavorare e questi verbi ( essere capaci, studiare , lavorare) sono praticamente sconosciuti ai politici, in questo caso quelli di opposizione ma quelli di maggioranza non sono meglio.

  2. Siamo al III ATTO scena I.
    Ma non si tratta dell’AMLETO bensì dell’ OPERA BUFFA!
    Un bilancio approvato con 9 mesi di ritardo dopo un cambio della guardia(scusate della giunta) necessario per calmare gli appetiti dei nuovi arrivati UDC-API.
    Il segretario comunale costretto a dichiarare per onestà intellettuale che NESSUNO DEGLI OBIETTIVI E’ STATO RAGGIUNTO.
    Un partito,il PD, completamente estraneo alle logoranti trattative per trovare “la quadra”. Tranne qualche briciolina toccata a livello personale ad un suo insignificante personaggio.
    Ma la cosa più strana è l’atteggiamento VECCHIO-ROSANIA .
    Del primo già si sapeva che era entrato nel patto Melchionda-Cuomo&compagni al fine di riciclarsi nell’area di centrosinistra,verso una improbabile candidatura a sindaco.
    Il secondo,invece,che pur ha invocato il solito “senso di responsabilità verso la Città”,ci lascia un pò perplessi. E’ possibile che anche il leader sellino sia entrato o stia entrando nel suddetto patto? Mah,un altro MISTERO BUFFO!
    Sono rimasti all’opposizione i 4 moschettieri e la banda dei 4.
    I moschettieri del re,per gli ovvi motivi che conosciamo.
    La banda dei 4,tagliata fuori da ogni gioco politico,tenta la carta dell’opposizione dura e pura e abbaia ogni giorno alla luna.
    Ah si,mi dicono che all’opposizione c’è anche il PDL. Me n’ero dimenticato scusate,non pensavo che a Eboli esistesse ancora questo partito.

  3. PER TUTTI GLI AMICI CHE AVESSERO L’UZZOLO DI CONOSCERE TECNICAMENTE CIO’ CHE E’ STATO APPROVATO,UN LINK SEMPLICE ED IMMEDIATO DI CONOSCENZA
    GUIDA AL BILANCIO DI PREVISIONE
    http://webcache.googleusercontent.com/search?q=cache:QDBZASUMbCIJ:www.comune.fabriano.an.it/lavoro/economia/bilancio/guidabil.htm+enti+locali+bilancio+di+previsione+cosa+%C3%A8&cd=1&hl=it&ct=clnk&gl=it

  4. x Lukas: Lei era presente al consiglio comunale o a qualche altro consiglio passato? Io non credo, altrimenti avrebbe visto un opposizione imbarazzata davanti al silenzio e spesso dalla completa assenza in aula della maggioranza. Non capisco il suo commento a quest’ articolo, visto che noi, dopo aver “studiato e lavorato” su un bilancio privo di contenuti e di atti, abbiamo chiesto alla maggioranza, senza ottenere nessuna risposta, e ripeto,senza ottenere molto spesso nemmeno l’educazione e il dovere della loro presenza in aula, proprio questi contenuti su cui confrontarci e fare un eventuale opposizione. Io invito tutti i cittadini ad essere presenti ai prossimi consigli comunali, in modo che aprano gli occhi su chi lavora e studia. Sull’essere capaci non credo stia ne a me ne a lei giudicare un opposizione del nulla. Nel momento in cui ci siano quei progetti quei contenuti su cui fare opposizione allora ne riparleremo. Di qualsiasi cosa si parli vedo commenti di antitifosi come lei che cercano senza alcun risultato, di scaricare colpe su chi come me cerca con sacrifici quotidiani, sacrificando affetti e finanze private di ridare un po di dignita’ a questo paese, pretendendo da chi ci amministra proggettualità che da 7 anni stenta ad arrivare. Il problema di questa amministrazione non e’ far scelte sbagliate, ma non farne, rimanere fermi mentre il resto del mondo va avanti, e per stare al passo stando fermi, costa sempre piu’, ed e’ per questo che ci aumentano le tasse, non perche’ l’evoluzione dei servizi costa di piu’, anzi e’ il contrario. Si creano movimenti rossi, blu, arancioni, da ex candidati di 20 voti che cavalcano un onda grillina di protesta, ma dico io se non vi hanno votato la volta scorsa perche’ dovrebbero farlo adesso? Il popolo secondo voi crede che cambiando bandiera sarete delle persone diverse? Bah, trattate troppo da stupido il popolo, si rimane sempre quello che si e’ indipendentemente da dove ci si colloca, e oltre tutto vorrei informare tutti che ieri, sempre per ridare dignita’ al nostro paese abbiammo presentato svariati emendamenti ovviamente bocciati.
    Concludo riassumendo che la nostra opposizione oggi non puo’ avere un ruolo di opposizione sugli atti o contenuti perche’ non ce ne sono, ma tutti i giorni cerchiamo con emendamenti con interrogazioni nelle commissioni consiliari, di riempire questi contenitori vuoti che l’amministrazione non sa o non vuole fare.

  5. Signor Ginetti io forse non so leggere bene le ricopio il passo dell’articolo al quale faceva riferimento il mio post veda lei se è pertinente o meno io sono un pò sprovveduto sa………..
    Il passo è questo:
    A quella difficoltà le opposizioni, fatta eccezione di quelle più pertinenti di Paolo Polito, si sono soffermate più sulle questioni procedurali e tecniche, miranti a volere evidenziare la illiceità dell’atto, piuttosto sulle questioni concrete, quei famosi “contenuti” a cui faceva riferimento il Segretario Gelormini rispondendo a specifici quesiti in merito. Ed in effetti Gelormini ha tentato e più volte di esporre le questioni lasciando intendere che bisognasse intervenire più sui contenuti che le procedure
    Ho fatto copia e in colla del passo

  6. Signor Ginetti se uno la volta scorsa ha preso 20 voti e lei ne ha presi 300 non significa che la prossima volta lei li riprenderà questi voti e nemmeno che quello che ha preso 20 voti ne prende ancora 20. Perciò si fanno le elezioni. Io spero che lei riconfermi i suoi voti la prossima volta glielo auguro sinceramente. Se legge i miei post vedrà che le mie critiche più aspre sono rivolte all’amministrazione però poi non posso fare a meno di rilevare che anche l’opposizione è carente per certi versi e questo incide negativamente sullo scenario politico. Il suo intervento denota tutta la sua personalità le consiglierei , ma non mi ascolti perchè i consgli gratuiti non sono mai buoni, di riflettere su quello che scrive prima di intervenire o di farlo in anonimato perchè alcune cose che dice sono veramente fuori luogo e non scriva la solita risposta isolando qualche piccolo passo di questo commento cercando di decontestualizzarlo è una tecnica vecchia e superata.

  7. caro Lukas in parte condivido la tua tesi ma sinceramente a volte sbagli bersaglio, l’opposizione è cosa diversa dal governare, i responsabili di questo disastro sono il sindaco e la sua maggioranza,non è facile fare opposizione se sei cosi bravo a dare consigli gratuti inizia su come fare l’opposizione, devo ammettere che Ginetti si stà muovendo bene, di sicuro ben guidato,come Lenza, Fido, Cardiello Damiano.
    a differenza di altri che si stanno vendendo pure la madre per un pugno di lenticchie questi consiglieri stanno dimostrando di credere in un vero progetto alternativo che vede in Cariello l’uomo di punta, al di là delle tue posizioni personale e politiche su Cariello che ben conosciamo, io penso che sia da apprezzare questo percorso politico da loro intrapreso e che nonostante le pressioni dimostrano coerenza, lealtà e credere in un futuro per la nostra Eboli.

  8. Io continuo a sostenere che i problemi sono originati dall’amministrazione , non potrebbe essere diversamente , e coloro che la compongono sono i maggiori responsabili del dissesto. Ma ho anche buona memoria, ricordo che fino allo strappo elettorale Cariello aveva amministrato con colui che adesso definisce il male assoluto e prima ancora, in modo più significativo e intenso, nelle amministrazioni Rosania. Se nel giro di pochi mesi , quelli precedenti alle elezioni del 2010, egli si è immerso in un lavacro catartico e ha cambiato radicalmente opinione su certe persone tanto da rinnegare tutti i precedenti rapporti con costoro questo può metterlo d’accordo con la proria coscienza ma di certo non è indice di grande coerenza. Sugli altri componenti l’opposizione stendo un velo eccezion fatta per il dottor Lenza il quale comunque si impegna a prescindere dagli effetti che questo impegno produce e dei riformisti perchè ispirati da Carmelo che è comunque lo si voglia vedere un cavallo di razza della politica. Io sostengo che fare opposizione non vuol dire solo dire no , sarebbe troppo semplice, significa invece essere propositivi e critici costruttivamente nei confronti degli interlocutori di maggioranza e di questo non rilevo traccia in nessuno schieramento. E’ bello discutere e confrontarsi civilmente con chi non ha complessi di superiorità e, solo perchè ha messo insieme un centinaio di voti, pensa di essere migliore degli altri a prescindere.
    Grazie di avere interloquito con me e di avermi dato l’opportunità di chiarire il mio pensiero.

  9. X Lukas: Sig. Lukas accetto spesso consigli gratuiti, e sicuramente in futuro potrei accettarne anche da lei ma oggi non seguirò il suo esempio dell’anonimato, e continuerò a firmarmi. Lei sa leggere e come ed e’ tutt’altro che sprovveduto, lo dimostra il fatto che partendo dal titolo di questo post” Il Consiglio comunale approva il Bilancio di Previsione 2012″ e altre 200 righe di articolo, lei ha isolato le uniche 3 righe che parlano dell’opposizione, interpretandole a modo suo, e ne ha fatto il suo primo commento. Come lei dice e’ una tecnica superata ma ancora molto usata, in primis da lei, ma cmq non soffermiamoci su questo, e cerchero’ di spiegare meglio la questione del segretario comunale visto che lei in consiglio comunale non c’era. Il segretario comunale 2 giorni prima del consiglio allega agli atti una sua dichiarazione su questo bilancio, evidenziando e fotografando la situazione disastrosa del comune, dove molte voci di previsione non corrisponderebbero alla realtà. Poi durante il consiglio si aggiungono note dei revisori del conto e poi successivamente quella del dirigente del settore che vanno sulla stessa riga del segretario. Noi spiazzati da ciò e sapendo che gli atti,per legge, vanno consegnati almeno 20 giorni prima ( per poterli studiare, lavorarci su e a volte poterli capire) chiediamo se questa procedura sia in conformità con le leggi. Oltre tutto questo bilancio e’ lo stesso presentato a giugno senza cambiare nemmeno una virgola, come mai si arriva al giorno del consiglio per avere delle relazioni dei tecnici che sono preoccupati di questo atto che la maggioranza ha cmq votato? Poi il mio intervento e quello degli altri consiglieri di opposizione sono stati pieni di critiche sulla gestione e la progettualità del comune ma anche pieni di proposte, le decine di emendamenti presentati e bocciati lo dimostrano e se lei era in consiglio lo saprebbe, ma non c’era. Poi per quanto riguarda le prossime elezioni, i voti non sono caramelle, si parla di voti come se fossero numeri, ma in realtà sono persone che condividono e sposano un progetto, quando prima parlavo dei 20 voti non mi riferivo al fatto che una persona può prendere sempre e solo le stesse preferenze, ma non basta creare un partito o movimento per fare qualcosa di concreto, fin ora mi sembra che nessuno si stia muovendo, ci si ferma a dire che gli altri non son buoni. Dei progetti per questa città quanto ne discutiamo? Sempre dopo le elezioni? Sarei pronto anche a dimettermi se servisse a far parte di un gruppo attivo per la nostra città, ma ahime’ solo fumo caro Lukas, preferisco rimanere dove sono e portare a termine il compito che la città mi ha dato, accettando tutti i buoni consigli, oltre l’anonimato, che vorrai darmi. Spero di non aver tralasciato nulla non estrapolando solo 3 righe del suo commento, a breve cercherò di spiegarle anche la mia visione di Cariello per questa città.

  10. x Lukas: Siccome credo che noi stiamo discutendo e confrontandoci civilmente la ringrazio di non attribuirmi atteggiamenti di superiorita’ per le preferenze ottenute e in ogni caso adesso con piena umilta’ cerchero’ di chiarire la visione che ho di Cariello per questa città. Da amico e sostenitore del progetto Cariello dal 2007 devo sottolineare alcune cose non vere, in primis Cariello non fa’ l’assessore al comune dall’inizio del 2004 quando a differenza di altri suoi colleghi fu costretto da Rosania a sospendersi come assessore se voleva candidarsi alla provincia, poi anche le pietre sanno che lo stesso Rosania appoggiava Tarantino. Visto che vogliamo parlare ancora di cose di 15 anni fa ok mi basta ricordare che Cariello scelto dal terzo settore per la sua quasi decennale esperienza stravolse con poche lire l’assessorato, a differenza di quello che si dice. Divenne in poco tempo il riferimento di associazioni, comitati movimenti giovanili e studenteschi ma perché era presente e insieme decidevano sul cosa e come fare. Poi nel 2000 si candido da indipendente e fece il primo degli eletti di tutto il centrosinistra con Rosania che subito dopo cercò di sminuirlo togliendogli le deleghe più importanti, ma ciò lo spinse a lavorare di più nonostante isolato in giunta, poi alle elezioni provinciali del 2004 prese il doppio delle preferenze di Tarantino, allora assessore provinciale uscente sostenuto dal sindaco Rosania. In provincia Cariello diventa assessore provinciale in quanto primo eletto, fa un lavoro enorme e divenne la punta di diamante della giunta Villani, partendo da un assessorato che nessuno voleva riuscì grazie alle sue capacita ed alla squadra di giovani professionisti che si creò a portare tante risorse regionali accantonate da anni. Io che nel 2004 votai Antonio Conte alla provincia e mi candidai nella margherita risultando il primo dei non eletti, vidi in Cariello la massima disponibilità, ma soprattutto vedevo e vedo in lui un disegno di questa città ben preciso, lo dimostrano anche i fatti, vogliamo elencare le tante cose fatte da assessore provinciale ed oggi da consigliere provinciale per Eboli? A differenza dei consiglieri regionali deputati e senatori che questa città aveva, ha ed avrà. Poi in merito al sostegno a Melchionda favceva parte di un progetto che fallì già nel 2007 con la prima uscita del suo gruppo consiliare dalla maggioranza, poi si fidò dei 2 fratelli Rizzo facendo dimettere il fratello Pasquale che stava facendo un ottimo lavoro di opposizione al sistema che Melchionda stava creando. Da lì i rapporti con Melchionda sono sempre stati in crisi e infine subito dopo le provinciali del 2009 con il grande risultato di Cariello che tra 29 candidati fu l’unico ad essere eletto, nonostante la sua coalizione perse, l’attuale sindaco ed alcuni dei suoi gli promisero di tutto per essere affiancati alle elezioni comunali, ma lui ascoltò la piazza si mise in gioco, preferendo rischiare anzicche’ governare sicuramente con questa attuale amministrazione, ed ha fatto bene. Oggi non è solo l’unico leader del centro destra e l’unico ad essere il vero riferimento politico della dirigenza provinciale e regionale, e’ ancora quel politico che parla con il popolo non rifiutando nessun confronto. Quindi caro Lukas, sempre per il mio modo di vedere le cose, personalmente non credo ne’ nella sinistra ne’ nella destra, ma nelle persone che amano, lavorano e onorano questa città. Puoi dirmi il contrario di Cariello?

  11. No signor Ginetti non posso dirle il contrario su molte cose ma su molte altre lei conferma il mio pensiero. Voglio solo precisare alcune cose. Io ho estrapolato delle righe ma da un articolo giornalistico scritto da una persona di cui mi fido quindi non credo di aver recato danno a nessuno. Io nel mio primo post ho solo riproposto in sintesi un pensiero che mi è caro. La maggioranza non fa la maggioranza e l’opposizione men che meno. Poi lei è intervenuto e io le ho risposto. Non ho detto nemmeno che Cariello era assessore nel 2004 perchè non sapevo se lo fosse , ho detto solo che aveva partecipato con ruoli primari, o una cosa del genere, alle amministrazioni precedenti. Penso potrà convenire con me che lo spettacolo che state offrendo, complessivamente, non è dei migliori.
    Ad maiora.

  12. Ah signor Ginetti dimenticavo. Mi potrebbe gentilmente dire cosa ne pensa delle case fittate al centro storico agli extracomunitari a prezzi esorbitanti? Mi risulta che tra coloro che speculino su questa cosa ci siano parenti molto stretti di alcuni consiglieri comunali. Voi come opposizione avete mai proposto azioni di contrasto a questo fenomeno o comunque avete mai sollevato il problema? E se si, a parte i soliti comunicati stampa, in quale modo? Ci sono atti a vostra firma su questo problema?
    La ringrazio anticipatamente per la risposta.

  13. x lukas: Sig. Lukas finalmente iniziamo a ragionare e il dibattito prende una piega costruttiva. Scritto a verbale, quindi può accertarsi quando vuole, nelle commissioni consiliari ho sollevato svariate volte l’esigenza di avviare il processo del censimento nel nostro centro storico, non solo dei residenti ma anche degli immobili abbandonati. Ho fatto 2 interrogazioni sempre visionabili nel nostro comune quanto vuole, su questo problema, che interrogavano l’ente su come si stava procedendo dato che nelle commissioni si era sollevato il problema del censimento. Ovviamente con risposte blande del tipo che a breve si sarebbe avviato, ma ad oggi ancora niente. Esaurito il mio ruolo di consigliere comunale,da cittadino, come potrebbe fare chiunque, anche lei, sono andato dai carabinieri, denunciando, anche questo credo sia riscontrabile in caserma, diversi casi di locazioni abusive e sono state sgomberate 6 abitazioni. Ovviamente e’ tutto scritto, ma non pubblicizzo la normalità delle cose, perchè credo che chiunque abbia un senso civico dovrebbe denunciare queste cose e non solo. Io non so a chi appartengano questi appartamenti e chi li occupa, e se a lei risulta che ce ne siano dovrebbe denunciarli come ho fatto io. Spero che la mia risposta non sia chiara e inequivocabile.

  14. Colgo l’occasione sig. Lukas per dirle che sono a sua completa disposizione come faccio con centinaia di cittadini, per qualsiasi interrogazione vuol presentare a quest’ ente visto che io rappresento l’espressione di non condivide le non scelte di questa amministrazione e il loro non disegno di questa città. A presto.

  15. A me non risultano sgomberi ma posso sbagliare perchè non ho il polso della situazione ma dico che se fossero stati sgomberati gli alloggi sarebbero dovuti essere denunciati anche i proprietari. E comunque il grandissimo impegno da lei profuso ho prodotto come sempre risultato zero. Cercherò di verificare in caserma se c’è stata questa denuncia, per quale motivo sia stata fatta veramente se c’è e quali risultati concreti ha prodotto. Per quanto riguarda le centinaia devo dire che si è mantenuto basso mi aspettavo che fossero migliaia.La ringrazio per la disponibilità ma sono capace , come dovrebbe essere qualunque cittadino , di rappresentare le mie istanze all’ente anche senza l’intermediazione di un consigliere comunale.

  16. Caro consigliere come mai Cariello ha deciso di cambiare schieramento entrando nel centrodestra dopo che ha passato 20 anni ad amministrare come politico di centrosinistra? E ciò è avvenuto durante il ballottaggio non le sembra che Cariello sia stato incoerente,dal momento che le idee liberali del centro-destra sono totalmente diverse o meglio dire opposte a quelle progressiste proprie del centro-sinistra? Saluti

  17. bella risposta Ennio Ginetti, devo ammettere che stai crescendo molto, vedrai la gente apprezzerà la tua coeranza progettuale e che non ti sei venduto insieme a Fido Santo, nonostante i soliti nemici di Cariello fanno di tutto per comprarvi.

  18. caro Ginetti meglio tardi che mai,capisco che sei impegnato con il lavoro e non vivi di politica ma credo,che devi essere + presente, cmq apprezzo molto la vostra( tua e di Fido)lealtà,purtroppo perdendo anche una scommessa, avrei giurato nel vostro passaggio con Melchionda entro il 2011, ma devo ammettere di essermi sbagliato.

  19. Per tutti,
    Cambiare nick e scrivere commenti di elogio o di disapprovazione, per creare maggioranze intorno a determinate questioni e personaggi politici, non cambia la sostanza dei fatti.
    E’ più giusto invece accettare le cose e lasciare che il dibattito vero si sviluppi, utilizzando uno spazio libero, con rispetto e lealtà.
    Pur comprendendo lo spirito di appartenenza e pur comprendendo la volontà di voler difendere i propri amici o leader politici, non è apprezzabile usare questi mezzi, trasformando una difesa legittima in una imbroglio, lasciandosi dietro quegli aloni di cui noi non ne abbiamo affatto bisognoo e che vogliamo combattere.
    Massimo Del Mese

  20. Mi complimento con Massimo Del Mese, indipendentemente a chi si riferisce, in quanto credo che gia’ l’anonimato a mio parere destabilizza, poi se gli anonimi diventano anonimi degli anonimi, non si capisce piu’ niente. Detto ciò caro Lukas io non so più cosa risponderle, lei mi chiede cosa ne penso degli alloggi occupati da extracomunitari e io la rispondo nella duplice veste sia da consigliere che da cittadino. A lei risulatano tante cose, ma di sostanza molto fumo,lei sa sempre tutto ma non ne e’ sicuro. Le do io dei dati certi e precisi: in via Catoio numero civico 4, nel luglio 2010 non ricordo giorno e ora precisa, mi spiace, e’ stato sgomberato un appartamento di 57 mq occupato da 8 extracomunitari e multato il padrone, in via Roma nel settembre 2010 e’ stato sgomberato un appartamento occupato da comunitari abusivamente e multato il proprietario nonostante residente a Milano, nel dicembre 2010 in via c.rso umberto un garage di 35 mq e’ stato sgomberato da 6 extracomunitari, nell’estate scorsa in via magna grecia 7 extracomunitari tutti senza permesso di soggiorno sono stati sgomberati da un appartamento e multato il proprietario, poi a febbraio di quest’anno in via marcangioni in un rudere abbandonato sono stati espulsi e murate le finestre 5 extracomunitari sempre senza permesso di soggiorno, ultimo qualche settimana fa dopo aver preso fuoco uno rudere abbandonato in via posterola vico III e’ stato sgomberato un comunitario in quanto occupava illegalmente questo civico. Sicuramente ce ne saranno tante altre di situazioni analoghe non ancora denunciate e di sicuro non saro’ stato l’unico a denunciare cio’, ma da qui a dire che il mio impegno da cittadino e’ stato nullo ne passa. Il mio impegno e la posizione di consigliere comunale d’opposizione mi sembra averla gia’ espressa con chiarezza in quanto non vedo replica, e visto che lei puo’ agire senza l’ausilio di un consigliere,anche se non so come, dove sono le sue interrogazioni, i suoi emendamenti e le sue istanze? Parlava di complessi di superiorita’, se tutti lavorassimo per lo scopo di ridare dignita’ alla città le cose funzionerebbero meglio. Poi le centinaia di persone le puo’ vedere al prossimo comizio che terremo in piazza in questo mese, speriamo saranno migliaia.

    X ragazzo di Sinistra: non conosco le ragioni che hanno spinto il consigliere Cariello a Cambiare rotta, ma se le idee progressiste del centro-sinistra hanno portato Eboli a questo livello, chi di buon senso non proverebbe a cambiar via?

  21. A questo punto bisogna dare atto dell’impegno profuso dal consigliere Ginetti,egregio lukas. Egli cita date,luoghi e fatti incontestabili,poi usa un linguaggio mai offensivo e tenta con lunghi ed articolati ragionamenti di convincere l’avversario. Le mie idee politiche sono contrarie a quelle del Ginetti,ma ciò non toglie che bisogna sempre apprezzare l’onestà,il garbo e l’educazione dell’interlecutore.
    Se tutti i frequentatori di questo blog si comportassero così,inclusi gli anonimi, verrebbe sempre fuori un dibattito democratico,aperto e produttivo.
    Invece assistiamo addirittura alle meschinità descritte da admin sulla modifica del nick per sostenere meglio,ma in maniera fraudolente,le proprie posizioni.
    Così il dibattito perde,in qualità, più del 50%.

  22. Signor Ginetti io sono soddisfatto dell risposte che mi ha dato e quindi non devo per forza replicare. Mi auguro per lei che le migliaia di persone che parteciperanno al suo? comizio siano tutti suoi elettori la prossima volta.

  23. Signor Cicalese volevo solo sottolineare che quando ho scritto il mio ultimo post il suo non era stato ancora pubblicato e che comunque di sicuro admin non si riferisce a me quando dice quelle cose.
    Saluti.

  24. La ringrazio sig. Lukas, io invece mi auguro che i cittadini non votino un sistema come quello attuale, cioè quello sto combattendo, non ho nessuna aspirazione personale, sono un modesto cittadino sceso in campo, ben educato da suo padre, e vorrei solo che un mio futuro e spero prossimo figlio, nasca cresca e viva in questa meravigliosa città, ben educato da suo padre.

  25. Ho colto solo dopo il sottile ma pungente punto interrogativo (suo?) e non posso non risponderla. Da soli sig. Lukas non si va da nessuna parte, noi siamo una squadra e per fortuna oguno autonomo e libero nell’espressione, nelle azioni, ma particolarmente nel pensiero, ci siamo solo incontrati ed uniti, io ora vi chiedo una cosa e la chiedo anche ai cittadini: Non vi chiedo cosa volete da noi, ma cosa volete da voi, e conoscendo questa risposta troveremo le altre per sanare questa città. Notte.

  26. Per quanto riguarda l’aspetto personale e famigliare le faccio i miei più sinceri auguri signor Ginetti e le auguro presto di diventare papà. Per l’aspetto politico avrei delle riserve ma non voglio prolungare questa diatriba ( in senso di contrapposizione dialettica e quindi intesa in senso positivo) ma colgo spesso nelle sue parole un’aspirazione , anche legittima ci mancherebbe, a voler essere un protagonista delle sorti di questo paese, dal punto di vista politico. Io , ma io sono un cittadino qualunque e anche un pò sprovveduto come ha notato, credo, o voglio illudermi, che le cose stiano davvero cambiando, ad Eboli come nel resto della nazione, e se si vuole avere un ruolo centrale nella politica di domani bisogna, sempre che non sia troppo tardi per alcuni, scrollarsi di dosso le eredità del passato. La saluto cordialmente e le rinnovo gli auguri per un prospero futuro.

  27. complimenti Ginetti sei riuscito con il tuo modo corretto e garbato a mettere in difficoltà anche il prof. Cicalese e Lukas,anche se devo dire condivido con il prof. Cicalese lo spirito che dovrebbe avere questo blog, a dire il vero a parte qualche tifoso, io non mi ritengo tale anche se le mie opinioni non le nascondo come d’altronde fanno in tanti,ci sono discussioni spesso di qualità,credo che forse l’esempio del dialogo avviato tra Ginetti e Lukas potrebbe diventare la regole e non l’eccezione.

  28. Caro consigliere , negli ultimi 20 anni abbiamo avuto due sindaci di sinistra che non hanno sposato x mentire per quanto mi riguarda le idee progressiste ,anzi hanno danneggiato notevolmente la comunità ebolitana.Lei consigliere perché ha seguito Cariello anche nel nuovo psi ? Saluti.

  29. Io non mi sono sentito affatto in difficoltà, il signor Ginetti essendo, per parafrasare una nota opera, una voce di dentro, ha sicuramente più possibilità di me di attingere notizie. Per esempio sul centro storico io conosco solo notizie de relato , cose che mi vengono raccontate e di cui non posso confutare la fondatezza assoluta. Quello che so per certo e che ripeterò fino alla noia è che nonostante il garbo e l’educazione Ginetti , facendo parte dell’area Cariello dal 2007 ( almeno mi pare di aver letto così) e quindi rientrando tra la schiera di quelle persone che hanno condiviso con lui dei percorsi non proprio lineari dal punto di vista politico non può candidarsi alla guida del paese. Io sono solo uno comunque e gli elettori sono diverse migliaia quindi non ritengo che il mio modesto pensiero possa determinare un movimento di opinione tale da sovvertire lo scenario. Mi farebbe piacere, non lo nego, avere una classe politica, se non completamente, almeno per la maggioranza davvero nuova e soprattutto un candidato sindaco che non si riconosca nelle vecchie logiche di potere di cui Cariello, come Melchionda, Conte ed altri fanno parte.

  30. X berardo: Sig. Berardo io non credo di aver messo in difficoltà nessuno, nè era mia intenzione, capisco la rabbia di molti per la situazione attuale, e logiche antiche spingono a dar colpe lontane dal loro mondo. Mi spiego meglio, un uomo con principi veri di sinistra, come farà a mai dire che la sinistra e’ stata la rovina della sua citta’, allora attribuisce a chi oggi a destra e’ stato 20 anni nella sua sinistra, la fonte di tutti mali, ma io vado oltre e vorrei rassicurare queste persone dicendo che purtroppo i protagonisti di questa sinistra ebolitana, hanno ben poco di quegli ideali insiti nei loro simboli, e giocano sulla pelle degli elettori ingannandoli. quindi

    x ragazzo di sinistra io credo che i partiti oggi “purtroppo” sono dei contenitori vuoti e sta noi riempirli, beh quelli che hanno governato Eboli per 20 anni come dice lei tutto hanno meno che ideali di sinistra, poi per la scelta di seguire Cariello nel npsi, potrei dire che il npsi e’ stata una scelta comune e noi stiamo riempendo questo contenitore con dei principi e valori, lavorando per questa città.

    x lukas: Sig. lukas le ripeto le uniche voce di dentro che arrivano a noi sono: abbiamo preso atto della necessita’ di avviare il processo a breve ci adopereremo per farlo, oppure per mancanza di fondi dati i tagli all’ente non si e’ nella possibilità di avviare tale processo. Quindi io non parlo di notizie ma di azioni compiute in prima persona.

  31. Egregio sig. Ginetti
    leggo che lei proviene da una imopostazione politica di estrema sinistra e, mi pare di aver capito che abbia seguito Cariello nella grande avventura trasmigatoria verso una formazione politica che,pur richiamandosi al glorioso socialismo,è parte integrante del disegno politico del PDL e del centrodestra.
    Allora ho fatto bene ad affermare che le mie idee politiche sono contrarie alle sue,pur elogiando l’onestà,il garbo e l’educazione dei suoi comportamenti.
    Ed è con altrettanto garbo che vorrei farle conoscere la mia piena adesione alle idee espresse dal signor lukas circa la futura possibilità di cambiare la classe politica di questo nostro amatissimo paese.
    Il signor Cariello,persona simpatica,umana ed amabile,purtroppo, non può più rappresentare il nuovo corso che vogliamo ad Eboli per le motivazioni che già sono state espresse dal lukas.
    Lei potrebbe anche pensare che le mie opinioni non la riguardano per niente perchè non abbiamo avuto mai modo di interloquire.Ma,quella sua risposta data ad un interlecutore, circa la responsabilità della sinistra ebolitana negli ultimi 20 anni,mi ha fatto molto riflettere,perchè su questo punto mi trova pienamente d’accordo. Tuttavia non condivido e non capisco il percorso di chi passa a destra per meglio contrastare la sinistra!
    E’ anche vero che oggi come oggi i confini tra partiti opposti si vanno sempre più sbiadendo e che sono finalmente superati gli steccati ideologici di una volta ma sempre resta una bella differenza di impostazione culrurale,etica,civile e programmatica tra i due schieramenti.
    Io,per esempio,pur condannando ferocemente l’attuale compagine amministrativa di centrosinistra,non abiurerei mai alle mie idee acquisite da giovane e via via rafforzate durante il corso della mia esistenza. Anzi,oltre ad essere stato per 11 anni consigliere comunale cioè dentro ai problemi della gente ,ho anche approfondito i miei studi politici teorici e mi sono sempre confrontato,durante la mia esperienza lavorativa,con le nuove e giovani generazioni.
    In tal modo le mie idee politiche si sono sempre più consolidate non solo da un punto di vista culturale, ma anche passionale ed umano. Ora, il fatto stesso che un politico possa “cambiare casacca” passando addirittura alla squadra avversaria, mi disturba molto e proprio non riesco a digerirlo.
    Perciò,La prego vivamente di illuminarmi su quest’ultimo pensiero.Forse quando ci si avvia ad una certa età,oltre che diventare più saggi,si diventa anche più rintronati…mi tolga questo dubbio amletico.
    Con stima- Vincenzo Cicalese

  32. Dicendo voci di dentro mi riferivo al fatto che lei per la funzione che esercita, quella di consigliere comunale, ha accesso a notizie più precise ed analitiche rispetto a chi come me è un semplice cittadino. Oltre quelle personali ovviamente.

  33. X Vincenzo Cicalese: Non so in quale parte dei miei interventi si evince che io sia mai stato di estrazione di estrema sinistra, in quanto per me gli estremi non sono mai sani, ed infatti non ho mai votato nessun partito di estrema sinintra in nessuna occasione, se non alle scorse provinciali, questo lo giustifica anche il fatto che io non ho mai avuto nessuna tessera a nessun partito. Io credo negli uomini e anzicche’ dividere destra e sinistra dividerei le persone in chi lavora e chi no, quindi sig. Cicalese non mi identifico nemmeno nella destra, ma il npsi come ideologia rappresenta meglio il mio pensiero, e a livello locale comunale e’ composto da gente libera, che lavora e che crede nel territorio. Se domani dovesse cambiar rotta questo partito locale potra’ trovarmi schierato anche contro.

    X lukas: sig. Lukas credo ci siamo capiti e chiariti, finiamola qui

  34. @Ginetti. Mi scusi per averlo etichettato a sinistra ma qui non si capisce più niente. Viviamo in una torre di babele politica. Prima era tutto più semplice.
    Comunque anch’io sono convinto che l’uomo viene prima di ogni etichetta o appartenenza.

  35. Qualcuno mi sa dire un partito attuale collocato convenzionalmente a sinistra in cui i suoi vertici si comportano e attuano quell’ideologia di sinistra?

  36. Io direi di finirla qui. Si sta scadendo nelle banalità e nel chiacchiericcio tra condomini o avventori del bar sport.
    Non basterebbe tutto lo spazio di questo blog per evidenziare le differenze tra una concezione culturale progressista di sinistra ed una di destra.
    Quando poi gli uomini devono mettere in pratica le teorie,entriamo nel campo del “possibile”. Siamo figli di incertezze e imperfezioni umane e ,a volte,siamo capaci di ferire anche le persone che amiamo.
    Per questo “L’UOMO” va messo al primo posto e nel giudizio che diamo su ognuno, vanno considerare le categorie sociali e soggettive: ONESTA’,PROFESSIONALITA’,TRASPARENZA,UMANITA’ e quant’altro di buono appartiene a questo nostro imperfetto mondo.

    • scusa ENNIO erroneamnte forse ho chiuso il post precedente….continuo…….Compagni di merende in “letargo” che (guarda caso) si risveglia, ricordandosi di essere Ebolitano e amante della sua terra…
      Ennio la realta’ e’ unica, chiara e lampante, questi “detrattori Pifferai” hanno una fottuta paura della Discesa in campo di MASSIMO CARIELLO e debbono impedirlo con ogni mezzo….
      MASSIMO VAI AVANTI !!!!!!!!!!

  37. Ennio ( mi scusi signor Ginetti ma riporto la frase del suo simpatizzante) leggi attenDamente , ma molto attenDamente quello che io scrivo. Devi leggere molto attenDamente perchè io scrivo in un italiano molto confuso, a volte criptico, e quindi bisogna fare molta aDDenzione a quello che scrivo. E io sarei il comico?
    Careillo ha fatto bene prima con Rosania e poi con Melchionda? Quindi la colpa del disastro in cui ci troviamo è solo dell’ultima amministrazione Melchionda?
    E io sarei il comico?
    Ma , ove mai lo aveste, il cervello lo azionate prima di scrivere voi che siete seri?
    State facendo più danni a Cariello intervenendo di quanti abbia potuto farsene lui stesso in un ventennio di compartecipazione ad amministrazioni fallimentari.
    Sant’Agostino soleva dire : – Meglio zoppicare sulla strada buona che correre su quella cattiva – .

  38. A tutti. Prima di interloquire con me fatevi correggere i post da qualcuno che conosce l’italiano in maniera almeno decente. Finora non lo sono stato , pur potendo, ma da oggi con chi scirve insulti comincio ad esserlo. Non scrivete in ostrogoto perchè è una lingua che, ahimè, non riesco ad intendere. Scrivete in italiano, inglese, spagnolo, francese, ma non in lingue barbariche. Grazie.

  39. Io non ho paura di Massimo Cariello ma degli accattoni che gli stanno intorno…

  40. ….. La saccenteria e’ insita, di natura……..
    ….. L’umilta’…e’ nell’educazione ricevuta…..
    ….. L’offesa e’ segno di debolezza, decadimento…
    ….. semmai si e’ stati …normali !

  41. Parliamo un po’ di regole se esse esistono ancora…
    ………………CONTROLLO SUGLI ORGANI
    (scioglimento e sospensione dei consigli comunali e provinciali)
    1. i consigli comunali e provinciali vengono sciolti con decreto del presidente della repubblica,su proposta del ministro degli interni.-
    a)quando compiano atti contrari alla costituzione o per gravi e persistenti violazioni di legge,nonché per gravi motivi di ordine pubblico.-
    b)quando non possa essere assicurato il normale funzionamento degli organi per le seguenti cause;
    1)mancata elezione del sindaco,del presidente dell’amministrazione provinciale e della giunta entro sessanta giorni dalla proclamazione degli eletti o dalla vacanza comunque verificatasi o,in caso di dimissioni,dalla data di presentazione della stessa;
    2)dimissioni o decadenza di almeno la metà dei consiglieri;
    C)quando non sia approvato nei termini il bilancio.-
    2. nella ipotesi di cui alla lettera c) del comma 1,trascorso il termine entro il quale il bilancio deve essere approvato senza che vi sia stato predisposto dalla giunta il relativo schema,l’organo regionale di controllo nomina un commissario affinchè lo predisponga d’ufficio per sottoporlo al consiglio.-In tal caso e comunque quando il consiglio non abbia approvato nei termini di legge lo schema di bilancio predisposto dalla giunta,l’organo regionale di controllo assegna al consiglio,con lettera notificata ai singoli consiglieri,un termine non superiore a venti giorni per la sua approvazione,decorso il quale si sostituisce,mediante apposito commissario,all’amministrazione inadempiente .-Del provvedimento sostitutivo è data comunicazione al prefetto che inizia la procedura per lo scioglimento del consiglio.-
    Ora non voglio dilungarmi in quelle che sono le REGOLE DEL GIOCO,ma mi chiedo a me stesso che sono il re degli ignoranti e a voi lettori,questi “SCIENZIATI” in pura salsa ebolitana secondo voi le rispettano le regole del gioco .-???.-oppure le evadono completamente tanto siamo ad Eboli purtroppo dove sembra che tutto gli sia concesso ai tanti Pseudo politici nostrani ed agli amministratori condominiali di questa città,che non si dica poi che il BINGO BONGO sia cattivo e critico,se mi sbaglio so pure chiedere scusa pubblicamente,ma mi sa che è molto difficile sbagliare con questi S..S..Sapientoni nostrani.-

  42. @ francomoraniello -hai perfettamente ragione sul punto c). Ma siamo in Italia,anzi ad Eboli. E un antico proverbio recita TROVATA LA LEGGE,TROVATO L’INGANNO.
    E le opposizioni consiliari fingono solo di fare il proprio mestiere in attesa di alleanze trasversali per il proprio futuro posizionamento elettoralistico.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente