Francesco Siano è il nuovo Amministratore Unico della Eboli Patrimonio

Il Sindaco di Eboli Melchionda, scioglie la “riserva” e nomina l’ingegnere Francesco Siano nuovo Amministratore Unico della Eboli Patrimonio.

La Eboli Patrimonio la Società veicolo che dovrebbe valorizzare i beni comunali, ha il suo 4° Amministratore Unico. Hanno preceduto Siano: Giovanni Rubini, Roberto Pansa, Vincenzo Consalvo.

Comune-di-Eboli-Manifesti-dei-disoccupati.

Comune-di-Eboli-Manifesti-dei-disoccupati.

EBOLI – Il Sindaco di Eboli Martino Melchionda, ha sciolto ogni riserva e ha nominato l’Ing, Franvesco Siano, sebbene avesse dichiarato in Consiglio Comunale di una non accettazione dell’incarico da parte dello stesso, che evidentemente ci avrà ripensato. Il nome del neo Amministratore Unico della Eboli Patrimonio, la Società “Veicolo”, che dovrebbe valorizzare il Patrimonio Comunale e semmai anche alienare qualche bene, quelli che non si ritiene siano fruttiferi e con il ricavato delle vendite rilanciare, attraverso un Piano Aziendale il restante Patrimonio, era nell’aria e come si dice: “tanto tuonò che piovve“, tutto si è avverato, nel senso che come per i temporali preceduti dai tuoni, far precedere alcune scelte dalle “soffiate” ci si aspetta sempre che prima o poi veramente si arrivi al “soffiato“: Così è stato.

Roberto Pansa

Roberto Pansa

L’ingegnere Francesco Siano ha accettato l’incarico di Amministratore Unico della Eboli Patrimonio S.r.l., e così, sempre quella società partecipata che si dovrebbe occupare della valorizzazione del patrimonio comunale ha il suo 4° Amministratore Unico. Hanno preceduto Siano: Giovanni Rubini, Roberto Pansa, Vincenzo Consalvo.

Questa mattina è stato ufficialmente sottoscritto dal Sindaco il decreto di nomina, ponendo fine ad una mancanza che lascia presupporre sia il frutto meditato di accordi politici interni alla maggioranza. Maggioranza alquanto turbolenta, che attraverso i suoi gruppi e sottogruppi avanza delle precise richieste, che comprendono oltre che la nomina dell’Amministratore Unico della Eboli Patrimonio, anche la rappresentanza in seno al CDA del Consorzio delle Farmacie, la Multiservizi, appena sarà nuovamente “riparata” dal suo buco milionario, la rappresentanza nel CDA dell’ASIS, qualche equilibrio in giunta  e qualche richiesta più spicciola di posti di lavoro.

Vincenzo Consalvo

Vincenzo Consalvo

Richieste tutte in capo: al Gruppo consiliare dell’UDC con Pietro Mazzini, Emilio Masala, Gerardo La Manna che accusano il Sindaco di poca collegialità; in capo alla così detta Area Sgroia-Vastola di cui ne fanno parte oltre che il Presidente del Consiglio comunale Luca Sgroia e l’ex Assessore e ex Vice Sindaco Muro Vastola, Mario Di Donato; al neo gruppo (Indipendenti di Maggioranza) formato da Cosimo Marotta e Armando Cicalese, i quali sebbene hanno buoni rapporti con l’Area Sgroia-Vastola, sembrerebbero voler essere più autonomi, per riservarsi margini di trattativa più elastici rispetto all’altro gruppo.

Cosimo-Marotta-Armando-Cicalese

Cosimo-Marotta-Armando-Cicalese

Adesso si attende dai vari gruppi e sottogruppi, ivi compreso gli “indipendenti di Maggioranza” i “responsabili” di Sinistra, rispetto alla nomina e rispetto a tutto quello che bolle in pentola e che pare non sia affatto stato chiarito. Per intanto si raccoglie solo la dichiarazione del Neo Amministratore Francesco Siano contenuta nella nota pervenutaci:Dopo una lunga riflessione, – ha dichiarato Sianoho deciso di accettare l’incarico di guidare la Eboli Patrimonio.

Si tratta di un compito che intendo svolgere soltanto a tempo determinato; ho difatti chiesto espressamente al Sindaco di sollevarmi dall’incarico non appena avrò avviato tutte le attività prioritarie  da mettere in campo. Sono ben consapevole – prosegue l’ingegnere Siano – dell’arduo ed impegnativo lavoro che mi attende; tuttavia, intendo procedere subito ad una ricognizione generale delle attività in essere, al fine di poter stilare, in coerenza alle indicazioni dell’Amministrazione Comunale, un dettagliato crono programma.

Liberato-Martucciello

Liberato-Martucciello

In tempi certi, occorre avanzare proposte e lanciare un segnale positivo e di fiducia, che dia la percezione di una reale ripresa della attività della Eboli Patrimonio. In tal senso, offro tutta la mia disponibilità, per affidare poi alla politica il compito di assumere scelte più opportune”.

E’ intervenuto anche l’assessore al Patrimonio Liberato Martucciello che ha dichiarato: La situazione della Eboli Patrimonio è piuttosto delicata. Tuttavia, sono certo del fatto che vi sono tutte le possibilità e le professionalità necessarie ad affrontare e risolvere le principali questioni in merito alla gestione del patrimonio comunale”.

Interessante è il commento del Sindaco di Eboli Martino Melchionda: L’ingegnere Siano – ha dichiarato il Primo cittadino di Eboli ha superato le prime esitazioni, ed ha scelto di accettare l’incarico. Non nego di aver premuto per oltre un mese affinché egli superasse i suoi dubbi, e dopo una lunga fase di riflessione, l’ingegnere Siano ha finalmente deciso – bontà sua – di farsi carico della gestione della Eboli Patrimonio, una società partecipata che presenta una situazione davvero molto complessa.

Martino Melchionda

Martino Melchionda

Dopo aver ascoltato l’opinione dei gruppi di maggioranza, e quì che apprendiamo vi sia stato una informativa e un accordo che ha portato alla nomina di Siano, contestato, così come vedremo dagli esponenti dell’UDCe senza che da essi giungesse una indicazione specifica, ho deciso di indicare una figura professionale che ritengo all’altezza di tale compito.

Pertanto,aggiunge il Sindaco Melchionda ho pregato una persona che vanta una vasta esperienza professionale, e con cui ho anche un legame di amicizia, di assumersi, in via temporanea, l’onere di  un incarico così impegnativo, al fine di avviare tutte le attività indispensabili relative alla Eboli Patrimonio.

Quando emergerà una persona – aggiunge il Sindaco, e questo è il punto dolente, ma anche l’affermazione riguardo ad un giudizio negativo sulla genericità dei cittadini ebolitani, professionisti o meno che siano, evidentemente ritenuti non all’altezza del compito, non riuscendo ad individuare quella personalità tra i 40mila abitanti – che l’intera maggioranza riterrà all’altezza di un compito così pesante e gravoso, egli lascerà l’incarico, che ha accettato per spirito di servizio. Nel frattempo – conclude il Sindaco di Eboli Melchiondarivolgo all’ingegnere Siano i miei ringraziamenti per avere accolto il mio invito  e gli auguro buon lavoro”.

Mauro Vastola

Mauro Vastola

E’ evidente che ci associamo al Sindaco nel formulare i migliori auguri all’Ing Francesco Siano “Stuntman” di un “Veicolo” che oltre ad aver sbandato, perso la strada maestra, si è fragorosamente “fracassato” contro i suoi debiti. L’augurio è d’obbligo soprattutto per le sorti della Città, associandoli anche ad una raccomandazione: cioé quella di volere, nei ritagli di tempo in cui si dedicherà alla Eboli Patrimonio, visto che egli stesso ha detto di assumere questo incarico a tempo determinato, adoperarsi a fare un poco di doposcuola a quanti vorranno sostituirlo se ne saranno capaci, dopo averne assimilato i suoi insegnamenti preziosi, e suggeriamo altresì al nostro Sindaco di selezionare, quanti si vogliano iscrivere a questo “corso da Apprendista Amministratore“, con un bando pubblico.

Bando ai suggerimenti si ricorderà il travaglio di questa Società e si ricorderà la nomina di Giovanni Rubini, giustificata nei corridoi come l’unica strada possibile per ottenere danaro fresco e scongiurare pericoli di dissesto finanziario dell’Ente, e si ricorderà le dimissioni, da vera e propria fuga, dell’Amministratore Rubini, non prima però di aver impegnato l’intero patrimonio conferito alla Eboli Patrimonio per ottenere quel prestito dal MPS.

Luca Sgroia-Presidente Consiglio Comunale di Eboli

Luca Sgroia-Presidente Consiglio Comunale di Eboli

Si ricorderà la Relazione Pansa che analizzava lo stato della Società e tracciava percorsi e strategie, in seguito si ricorderà anche la lettera di Pansa inviata all’Amministrazione all’indomani dell’assenso in Consiglio comunale al Progetto di Housing Sociale di Fontanelle, ritenendolo in contrasto con la società di scopo Eboli Patrimonio, e si ricorderanno le dimissioni irrevocabili dello stesso Manager, non prima però di aver verificato il silenzio dell’Amministrazione a seguito dei suoi reiterati inviti a fornire indirizzi.

Dopo il 26 giugno 2012 scorso, data in cui l’AU Roberto Pansa si dimette e dopo circa una decina di convocazioni dell’Assemblea dei soci deserte, è arrivò la nomina dell’ex Assessore ai Lavori Pubblici Arch. Vincenzo Consalvo. Forse ha pesato la determinazione del Manager dell’Outlet Cilento Village, all’epoca forse ha pesato il pericolo di una nomina da parte del Tribunale in sostituzione dell’Ente Proprietario fatto sta che si giunse alla nomina di Consalvo, il quale anch’egli aspettò invano un indirizzo politico, tanto è che arrivarono le sue dimissioni. Dimissioni magari sollecitata anche dalla decisione che la Giunta Comunale prese a proposito della destinazione e della gestione del Palazzo Palladino-La Francesca, vicenda simile a quella a cui si era venuto a trovare lo stesso Pansa, nel momento in cui verificò che gli atti dell’Amministrazione andassero contro lo scopo della società, vanificandone tutti gli sforzi e qualsiasi accenno progettuale.

Emilio Masala

Emilio Masala

Intanto proviamo a contattare alcuni esponenti della maggioranza ma i telefonini sono spenti, a rispondere sono prima Emilio Masala dell’UDC e poi il suo collega di partito Mazzini. Il primo al Nord per motivi di lavoro appare sconcertato: “Abbiamo provato più volte a chiedere al Sindaco più collegialità nelle scelte, piuttosto che ricevere informative senza poter incidere sui singoli provvedimenti. Collegialità e partecipazione – e aggiunge – anche rispetto a nomine o alla nomina dell’Amministratore della Eboli Patrimonio, e non vedo quali possano essere i motivi ostativi perché non ci coinvolgono. Noi chiediamo di partecipare a scelte politiche e non partecipare a divisioni di potere, benché non vi sarebbe nulla di male per un Partito mirare ad avere rappresentanze, a questo proposito faccio rilevare che siamo il Partito meno rappresentato. – E conclude la sua dichiarazione – Se continua in questo modo non credo ci saranno più le condizioni di partecipare alla Maggioranza”.

Pietro-Mazzini - conferenza UDC

Pietro-Mazzini – conferenza UDC

Dello stesso avviso è il suo compagno di Partito Pietro Mazzini: “Abbiamo sollevato il problema della collegialità rispetto a proposte politiche e a atti gestionali e amministrativi. Nonostante non abbiamo avuto i riscontri necessari abbiamo dimostrato responsabilità sostenendo l’Amministrazione, e l’ultimo Consiglio comunale ne è la prova, ma purtroppo sembra che questo non paghi. Non siamo interessati a subire iniziative che ci escludono da processi decisori. Riguardo alla nomina dell’Amministratore della Eboli Patrimonio, proprio per quello che rappresenta e per la delicatezza delle risoluzioni era necessario effettuare qualche passaggio politico che ci avesse coinvolto, forse si sarebbe arrivato alla stessa decisione condivisa, al contrario di quella presa”.

Da noi c’é un proverbio che dice “In mancanza di uomini d’abbene fecero Tata Sindaco“, e pare che il caso calzi a perfezione, se si tiene conto della scelta che ha operato il Sindaco Melchionda, e senza nulla togliere alla professionalità dell’Ing. Siano, tra l’altro ben inserito nel territorio, avendo pare, rapporti di lavoro variegati che vanno: dal “mare” con il Consorzio dei Balneatori; alla “pianura“, avendo rapporti con un PUA; ai “monti” avendo avuto anche un ruolo nella vicenda “Aracne“; e volendo attribuire a quel proverbio una drammatica realtà, intendento “uomini d’Abbene” come uomini capaci e intendendo come “Tata” uno qualsiasi che nulla ha a che vedere con il contesto.

Ebbene indipendentemente da ogni considerazione sulle singole persone, sociale, politica e professionale, pare che l’Ing, Siano stia frequentando il Comune e gli uffici preposti già da un mese, e ci sembra pure giusto, quindi sicuramente aspetteremo pochissimo per avere un piano Aziendale, anzi per fargli rispariare tempo prezioso gli suggeriamo, anziché sforzarsi ad analizzare la varia documentazione, di leggere e studiarsi bene il lavoro già fatto del Dottor Pansa, uno dei suoi predecessori e pretendere, come pretendiamo noi, che il Sindaco e l’Amministrazione dicano quale sia il loro progetto rispetto a Società Eboli Patrimonio armai del tutto decotta.

Eboli, 17 maggio 2013 – Aggiornato alle ore 00.10 del 17 maggio 2013

5 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Cosa potrà mai fare in più l’ing. Siano che non poteva o sapeva fare il dott. Pansa? Siamo sicuri che è solo un problema di “autista” del baraccone? Se oggi l’ing. Siano riuscirà a lavorare senza avere tra i piedi le scelte idiote di un’amministrazione non orba ma di più perché non farlo già tempo fa con Pansa? Si sono persi mesi preziosi ed Eboli non se lo può permettere.
    La verità è che a questa gente del destino di questo paese poco importa o meglio importa solo se coincide con i propri interessi e le proprie visioni allucinate di un paese moderno solo se pieno di centri commerciali, cemento e case-case-case non importa se vuote perché nessuno può comprarle.
    SIGNORI!!! Arrivano notizie sempre più preoccupanti di gente che dal casertano è arrivata nelle nostre zone ad investire. NON CI VOLTIAMO dall’altra parte, teniamo sempre alta l’attenzione perché, in caso contrario, fra 10 anni la Piana del Sele diventerà come l’agro nocerino-sarnese e saremo così espropriati per sempre del nostro futuro.

  2. …e siamo a quattro!Di fronte al dilemma su chi si aggiudicherà il record di permanenza a tale dilemma come quello posto nell’articolo, tutti ci chiediamo: meglio i beatles o i rolling stones?!?

  3. chi è questo ing. ???

  4. Una patata bollente da cui tutti rifuggono,e fanno bene,la Corte dei Conti spulcia,(da un po di tempo ) e non sarebbe giusto che gente in buona fede,accettando l’incarico per motivi di servizio alla collettività, paghi errori altrui..
    saluti e buon weekend!

  5. mi sembra di aver letto il nome di questo ing. come progettista del nuovo centro commerciale in zona pescara a eboli (sa) … attendo conferma

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente